Nuovo regime fiscale in materia di appalti: esclusa la somministrazione di lavoro [Agenzia delle Entrate]

La circolare n. 1/E 2020 esclude esplicitamente l'applicabilità del nuovo regime fiscale in materia di appalti ai contratti di somministrazione di lavoro

Nuovo regime fiscale in materia di appalti: esclusa la somministrazione di lavoro [Agenzia delle Entrate]

E’ stata  pubblicata dall’Agenzia delle Entrate la circolare n. 1/E del 12 febbraio 2020  che fornisce precisazioni in merito al nuovo regime fiscale in materia di appalti (art. 4 del cd. Decreto Fiscale, ovvero del D.L. n. 124/2019 convertito, con modificazioni, in legge n. 157/2019: “Ritenute e compensazioni in appalti e subappalti ed estensione del regime del reverse charge per il contrasto dell’illecita somministrazione di manodopera“). La norma nasce dalla necessità di contrastare l’illecita somministrazione di manodopera che, negli anni, è stata sempre di più evidenziata dagli organi di vigilanza, soprattutto, negli appalti c.d. “labour intensive” e cioè laddove vi è una prevalenza nell’utilizzo della manodopera rispetto alle attrezzature ed ai mezzi a disposizione dell’appaltatore.

Tra le altre cose, la circolare n. 1/E 2020 esclude esplicitamente l’applicabilità del nuovo regime fiscale in materia di appalti ai contratti di somministrazione di lavoro.

In particolare l’Agenzia delle Entrate evidenzia che:

“la ratio legis e l’espressa esclusione dall’ambito di applicazione del comma 3 dell’articolo 4 dei contratti di somministrazione di lavoro, cui è ora allineato il comma 1, comportano che non rientrino nel campo di applicazione della disciplina in esame i contratti di somministrazione lavoro stipulati ai sensi dell’articolo 30 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81, i quali si caratterizzano per la circostanza che l’agenzia di somministrazione autorizzata «mette a disposizione di un utilizzatore uno o più lavoratori suoi dipendenti, i quali, per tutta la durata della missione, svolgono la propria attività nell’interesse e sotto la direzione e il controllo dell’utilizzatore»”.

  Scarica la circolare 1/E 2020

 

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1301 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Agenzie per il lavoro: requisiti più elevati, necessarie sei sedi in 4 regioni

Cambiano le regole e le difficolta maggiori le avranno le piccole Agenzie per il lavoro. Il decreto ministeriale attuativo dell’intesa Stato Regioni, firmata il 21 dicembre e in fase di

Decreto Legge 124/2019 – Come cambia la disciplina dell’appalto dal 1° Gennaio 2020

Decreto Legge 124/2019. Agostino Di Maio, amministratore delegato di Assolavoro, approfondisce attraverso una nota tecnica il decreto legge contenente “Disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili” . Il

Sistema informativo delle dimissioni volontarie – strumento per gli ispettori

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha emanato la nota n. 2785 del 10 maggio 2016, con la quale informa le proprie sedi periferiche (DTL e DIL) che sono

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento