Fondo per la disabilità e diritto al lavoro – Le novità previste per il 2020

Le novità previste dalla legge di bilancio per garantire aiuti ai disabili gravi e favorire le assunzioni

Fondo per la disabilità e diritto al lavoro – Le novità previste per il 2020

Fondo per la disabilità e la non autosufficienza

Fondo per la disabilità. Al fine di dare attuazione a interventi in materia a favore della disabilità finalizzati al riordino e alla sistematizzazione delle politiche di sostegno, nello stato di previsione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali è istituito un fondo denominato Fondo per la disabilità e la non autosufficienza. La dotazione è pari a 50 milioni di euro per l’anno 2020, a 200 milioni di euro per l’anno 2021, a 300 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2022.

Fondo per la disabilità. La legge Dopo di noi

La legge Dopo di noi disabili (legge 112/2016), è volta a tutelare le persone con gravi disabilità che non possono contare sull’assistenza della propria famiglia. L’obiettivo primario della legge infatti è quello di promuovere e favorire il benessere, l’inclusione sociale e l’autonomia delle persone con disabilità. La legge 112/2016 oltre a prevedere nuove regole per l’assistenza, la cura e la prevenzione prevede di una serie di nuove agevolazioni fiscali per disabili. Nello specifico la Legge dopo di noi prevede le seguenti misure:

  • erogazione da parte di soggetti privati;
  • polizze assicurative;
  • costituzione di trust, ovvero un fondo di protezione volto a tutelare le persone disabili gravi privi di assistenza, vincoli di destinazione di beni mobili e immobili scritti nei pubblici registri con forma pubblica e costituzione di fondi speciali con i beni sottoposti a vincolo di destinazione.

Agevolazioni disabili 2020

La nuova legge 2020 sui disabili prevede una serie di aiuti ai disabili gravi senza famiglia. Per il 2020 sono previste nuove agevolazioni. Tra queste ricordiamo:

  • esenzione dell’imposta di successione e agevolazioni;
  • imposta di registro, ipotecaria e catastale in misura fissa;
  • esenzioni bollo su tutti gli atti, i documenti, le istanze, i contratti e tutte le attestazioni poste in essere o richieste dal trustee;
  • aumento detrazione polizze assicurative disabili. Il limite di detrazione passa da 530 a 750 € per le polizze assicurative aventi a oggetto il rischio morte, a condizione che siano destinati alla tutela delle persone con disabilità grave;

Nuove risorse dal Ministero del lavoro

Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 21 Novembre 2019 concernente il fondo per il diritto al lavoro per i disabili. Per incentivare l’assunzione dei disabili infatti, al fondo vengono versati i contributi esonerativi del I-II-III bimestre 2019 previsti dall’art. 5, comma 3-bis, della Legge n. 68/1999 . La somma totale è pari a 3.789.575,00 €.

In più nel 2020, oltre alle risorse di cui al citato articolo 1 del decreto del 24 Febbraio 2016 pari a 20 milioni di euro l’anno, si vanno a sommare ulteriori risorse pari a 1.915.742 euro. Il totale quindi è di 21.915.742,00 €, importo che sarà assegnato al fondo per il diritto al lavoro per i disabili.

  Scarica il decreto del 21/11/19

 

Sull' autore

Roberto Caiazzo
Roberto Caiazzo 55 posts

Mi occupo di social media marketing e scrittura per il web. Amo scrivere e comunicare a 360 gradi. "Il modo in cui comunichiamo con gli altri e con noi stessi determina la qualità della nostra vita".

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Galassia English Certificate : splende se la irradia il MIUR (e si allinea al CEFR)

Da uno sguardo superficiale, si ha l’impressione di un grande disordine, ma un’osservazione più accurata permette di raggruppare i punti luminosi in semplici figure: le Certificazioni. Osserviamole meglio !

Skillgallery : il supporto gratuito per le tue selezioni

Hai un curriculum tra le mani ? Skill che non hai mai visto o sentito? Ecco la soluzione ! Da oggi i selezionatori non dovranno più temere selezioni di cui

I rapporti di lavoro attivati nel secondo trimestre 2014

Quanto guadagna in più il lavoratore Il peso degli oneri indiretti si ridurrà del 36,27%, passando dall’attuale 47,7% all’11,5 percento. Con un sensibile vantaggio per il lavoratore che avrà un

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento