Modello ISEE 2020 – Richiedere prestazioni sociali agevolate con la DSU precompilata

Oltre alla modalità tradizionale è possibile richiedere l'ISEE attraverso la DSU precompilata

Modello ISEE 2020 – Richiedere prestazioni sociali agevolate con la DSU precompilata

Modello ISEE 2020. Obbligatorio per chi richiede agevolazioni e prestazioni sociali

Modello ISEE 2020. Come previsto dalla Legge di Bilancio 2020, i cittadini che vogliono confermare il diritto alle prestazioni sociali (tra i quali reddito e pensione di cittadinanza e bonus bebè) devono obbligatoriamente presentare il Modello ISEE. Per chi percepisce il reddito di cittadinanza, la mensilità prevista per il mese di gennaio verrà erogata anche in assenza della domanda ISEE, ma entro il 31 gennaio l’ISEE va richiesto necessariamente per ricevere la mensilità a partire dal 1° febbraio 2020.

Come richiedere il Modello ISEE 2020

L’ISEE può essere richiesto in due modalità utilizzando la nuova modulistica approvata il 31 dicembre 2019:

Il modello precompilato è un’alternativa valida per richiedere il riconoscimento di prestazioni sociali e agevolazioni attingendo ai dati alle banche dati dell’INPS e dell’agenzia delle entrate. Tale modello ridurrà i tempi di rilascio del modello ISEE. L’indicatore infatti diventerà più veritiero e semplificato e permetterebbe ai cittadini di presentare meno documenti, considerando che quelli relativi alla situazione economica e patrimoniale del richiedente sono giù inseriti nella DSU dall’amministrazione finanziaria e tributaria dell’INPS. In più consentirebbe una verifica più veloce della domanda del reddito di cittadinanza. Il riconoscimento del beneficio infatti, avverrà in automatico da parte dello Stato.

Vantaggi della DSU precompilata per famiglie

La DSU precompilata diventa al pari del modello redditi precompilato e del modello 730 precompilato con dati dell’INPS e dell’Agenzia delle entrate. Ecco i vantaggi per le famiglie che presento una DSU precompilata:

  • ottenere l’ISEE molto più velocemente rispetto ai 10 giorni lavorativi che servono per farsi rilasciare il documento da parte del Caf e del commercialista, visto che la maggior parte dei dati sono già verificati e precompilati dall’INPS e dall’agenzia delle entrate;
  • superare le difficoltà nel rilascio della dichiarazione ISEE, qualora non venga inserita nella documentazione i dati relativi al conto corrente (giacenza media conto corrente).

Agevolazioni e prestazioni sociali

Con la DSU precompilata e la documentazione fornita dal contribuente, il Sistema calcola l’appartenenza alla fascia di reddito del contribuente. Tali fasce sono determinanti per l’accesso o meno alle agevolazioni o alle prestazioni sociali che lo Stato concede ai cittadini che hanno un reddito basso. Tra questi ci sono:

  • asilo nido, mense scolastiche, riduzione tasse universitarie, bonus libri scolastici;
  • bonus gas e luce, riduzione Canone Rai e tassa sui rifiuti;
  • esenzione del ticket sanitario;
  • assegno di maternità;
  • social card o carta acquisti;
  • assegno per terzo figlio bonus famiglie numerose;
  • bonus bebè;
  • contributo per il pagamento dei canoni di locazione;
  • agevolazione trasporto locale e scuola bus.

ISEE precompilato 2020: scadenza

La nuova validità della DSU è fissata a partire dalla sua presentazione fino al successivo 31 dicembre. In tale periodo il sistema INPS terrà memoria del contenuto della DSU. In questo modo tutti i componenti del nucleo familiare possono richiedere prestazioni sociali agevolate senza richiedere la presentazione più volte. Decorso tale termine, la DSU scaduta non potrà essere utilizzata per la richiesta di nuove prestazioni. Le prestazioni richieste nel periodo di validità continuano a essere erogate fino al termine del beneficio, senza che sia necessaria la presentazione di una nuova DSU.

Reddito di inclusione e di cittadinanza

In questo caso i requisiti di accesso devono essere mantenuti dal beneficiario per tutto il corso di erogazione. Ai fini del mantenimento del beneficio, in questo caso è necessario ripresentare la dichiarazione dell’ISEE prima della sua scadenza.

 

 

 

Sull' autore

Roberto Caiazzo
Roberto Caiazzo 57 posts

Mi occupo di social media marketing e scrittura per il web. Amo scrivere e comunicare a 360 gradi. "Il modo in cui comunichiamo con gli altri e con noi stessi determina la qualità della nostra vita".

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Criteri distintivi per un contratto a progetto ( Cassazione )

La  Cassazione, con sentenza n. 22289 del 21 ottobre 2014, ha ribadito come ogni attività umana, economicamente rilevante, può essere oggetto sia di rapporto di lavoro subordinato che di lavoro autonomo e che

( sentenza n. 9693 del 27 febbraio 2014 ) Responsabilità del datore di lavoro per la mancata formazione ed informazione sui luoghi di lavoro

Con sentenza n. 9693 del 27 febbraio 2014, la Corte di Cassazione ha ribadito il fatto che è sempre penalmente responsabile il datore di lavoro per il mancato adempimento obbligatorio

Il maxi-emendamento al DDL Jobs Act

Pubblichiamo il testo del maxi-emendamento sul Disegno di Legge Delega Jobs Act approvato con fiducia dal Senato della Repubblica nella notte del 8 ottobre 2014 con  bollinatura della Ragioneria di Stato. “Gli

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento