E’ possibile riprendere un lavoratore che è andato in pensione, attraverso un contratto di collaborazione coordinata e continuativa ?

image_pdfimage_print

La cosa è fattibile esclusivamente se l’attività che il lavoratore in pensione andrà a svolgere è differente rispetto a quella svolta come lavoratore dipendente e se le caratteristiche del contratto parasubordinato siano effettivamente presenti nel rapporto che si intende stipulare

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 471 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Il limite dei 3.000 euro netti (vouchers) per i soggetti che percepiscono un’indennità di sostegno al reddito è da intendersi globale. Non c’è un limite di 2.000 euro netti per committente o sbaglio??

Rimane il limite di € 2000 per committente imprenditore o professionista. Qualora la persona vado a lavorare da un privato, esempio come babysitter, può prestare lavoro accessorio per un massimo

Sono un consulente del lavoro. Vorrei sapere se è attiva la procedura di dimissioni on-line prevista dal correttivo al Jobs Act.

No. I consulenti del lavoro saranno soggetti abilitati, alla stregua dei sindacati e dei patronati, per l’invio delle dimissioni on-line, dal giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del c.d.

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento