fbpx

Terminato il periodo di formazione in un apprendistato l’azienda ha diritto alle agevolazioni L.56 per l’anno successivo?

Terminato il periodo di formazione in un apprendistato l’azienda ha diritto alle agevolazioni L.56 per l’anno successivo?

Al termine del periodo di formazione in un apprendistato di alta formazione, la ditta può stipulare con il dipendente un contratto di apprendistato professionalizzante (il dipendente ha attualmente 19 anni)? In caso negativo, l’azienda ha comunque diritto alle agevolazioni L.56 per l’anno successivo alla scadenza del periodo di formazione?  

Per quanto riguarda il primo quesito, ritengo di no, in quanto tale possibilità è esplicitata solo per coloro i quali hanno avuto un precedente apprendistato di 1° livello (art. 43, comma 9, D.L.vo 81/2015)

Per quanto riguarda il secondo quesito, la risposta è positiva, in quanto il presupposto per l’agevolazione è previsto dall’articolo 47, comma 7, D.L.vo 81/2015, per tutti gli apprendistati ad eccezione di quello in capo ai fruitori di indennità di disoccupazione.

 

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 680 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Quanto è il ticket licenziamento previsto dalla legge in caso di licenziamento collettivo?

Per l’anno 2019, per ogni 12 mesi di anzianità aziendale (fino a 36 mesi), la contribuzione da versare è pari a 1.001,58 euro (1.221,44 x 82%). Per i lavoratori con

Cosa si intende per obbligo di riservatezza per il lavoratore ?

Il lavoratore non può divulgare notizie riguardanti l’azienda nella quale lavora, sia quelle coperte da segreto, che quelle a carattere “neutrale” che possono recare un pregiudizio al datore. Tale ultimo

Come avviene il calcolo delle 400 giornate nel Contratto intermittente?

La circolare del Ministero del Lavoro n. 35/2013 evidenzia che “il ricorso a prestazioni di lavoro intermittente è ammesso, per ciascun lavoratore con il medesimo datore di lavoro, per un

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.