Il dipendente dove evince l’applicazione del Ctr Tutele Crescenti ? a parte la decorrenza, non c’è altro modo di evidenziarlo ?

image_pdfimage_print

Può sembrare strano quello che sto per dire, ma il contratto a tutele crescenti non è un contratto di lavoro nuovo, ma è una modalità di tutela in caso di licenziamento illegittimo, previsto dal legislatore esclusivamente sui contratti stipulati dal 7 marzo 2015 (o trasformati a tempo determinato o qualificati dall’apprendistato).​ Per questo motivo, nulla cambia sul format di assunzione.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 452 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Nella mia azienda è in atto un distacco di un lavoratore da parte di un’altra azienda del gruppo. Posso applicare una sanzione disciplinare in questa fase?

  No, durante il distacco i poteri, in capo al lavoratore, si scindono. I poteri organizzativi e direttivi passano in capo all’utilizzatore (distaccatario), il potere disciplinare resta in capo al

Ad un artigiano che lavora con noi da anni con un consorzio, vorremmo proporre un contratto a tempo indeterminato. Abbiamo diritto all'esonero contributivo?

Sì, qualora il soggetto non abbia, con il consorzio, un rapporto subordinato a tempo indeterminato, ma abbia una collaborazione autonoma, è possibile l’assunzione con l’esonero contributivo biennale previsto dalla Legge

Ho un contratto part-time in essere. Se volessi cambiare l’orario di lavoro, cosa devo fare? Posso obbligare la lavoratrice?

La modifica dell’orario di lavoro, in caso di part-time, deve essere condivisa ed accettata dal lavoratore/trice. Non può essere effettuata unilateralmente dall’azienda. Diverso è il discorso relativo alla possibilità che

2 Commenti

  1. Roberto
    marzo 16, 17:14 Reply

    L’indeterminato a tutele crescenti fa uscire il lavoratore dalla lista di mobilità L.2323/91 al termine del periodo di prova?

  2. Francesco
    marzo 13, 19:44 Reply

    Questa affermazione vale anche nel caso in cui, come spesso accade, nelle lettere di assunzione si inseriscano clausole di rinvio alla contrattazione collettiva?
    Nei CCNL, ad esempio, sono previste regole differenti in materia di licenziamento disciplinare, norme più “favorevoli” rispetto a quanto previsto nel Dlgs. 23/2015.
    Quindi mi chiedo, siamo veramente sicuri che il format di assunzione debba restare invariato in tutti i casi?.
    Saluti.

Lascia un commento