Istat: nel terzo trimestre il Pil registra una crescita dello 0,1%

L’Istituto di Statistica conferma il “quadro di sostanziale stagnazione". A settembre la disoccupazione torna a salire, in aumento solo i contratti a termine

Istat: nel terzo trimestre il Pil registra una crescita dello 0,1%

Per l’economia del nostro Paese e per il Pil, nel terzo trimestre, si registra un lieve aumento. Secondo i dati emanati dall’Istituto di Statistica il Pil ha registrato una crescita dello 0,1% rispetto al trimestre precedente e dello 0,3% su base annua.

“La crescita acquisita, cioè il tasso che si registrerebbe a fine 2019 in caso di crescita zero nell’ultimo quarto dell’anno, è invece pari a +0,2%. I dati più recenti confermano quindi la persistenza di un quadro di sostanziale stagnazione dell’economia italiana dall’inizio del 2018″, si legge nel commento ai dati da parte dell’Istat.

Nel mese di settembre la disoccupazione cresce

Per il mercato del lavoro, settembre, risulta poco promettente. Difatti, i dati dell’Istat sul tasso di disoccupazione, ovvero il numero di persone che cercano un impiego e non lo trovano sul totale della popolazione attiva, è passato dal 9,6% al 9,9%. In crescita anche il dato relativo alla fascia d’età 15-24 anni: il tasso sale di 1,1 punti percentuali rispetto ad agosto, portandosi al 28,7%.

Contemporaneamente, cala di circa 32 mila unità il numero degli occupati con un trend negativo più evidente per gli autonomi (-44mila) rispetto ai dipendenti stabili (-18 mila), in crescita invece gli occupati a termine (+30 mila).

La componente degli occupati è solo una parte del dato in aumento della disoccupazione, infatti, a diminuire in modo importante a settembre è anche il numero degli inattivi, cioè coloro che non hanno un impiego e non lo cercano. L’aumento dei disoccupati (+73mila), che come già rilevato sono persone impegnate energicamente nella ricerca di una collocazione lavorativa, ne è quindi in parte una conseguenza: più persone, che prima non lo facevano, ora cercano un lavoro.

Sul fronte dei prezzi il tasso di inflazione è invece stabile ad ottobre, pari allo 0,3% e allo stesso livello di settembre. Se si guarda però il cosiddetto “carrello della spesa”, cioè i beni a più largo consumo, la crescita è dello 0,8% rispetto allo 0,4% di settembre. Nella sua nota di commento l’Istat mette in evidenza due tendenze: da una parte la flessione dei prezzi dei beni energetici regolamentati (luce e gas); dall’altra i rincari sul fronte dei servizi per i trasporti (soprattutto aerei).

Fonte: Istat

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

5 MILA POSTI GRAZIE AL GIUBILEO

Il Giubileo che comincerà l’8 dicembre del 2015 e durerà un anno rappresenta una sfida straordinaria e contribuierà alla creazione di un numero di posti di lavoro variabile tra le

SINDACATI: VIA LIBERA PIATTAFORMA PER RINNOVO CONTRATTO CON UNIONTESSILE-CONFAPI

All’assemblea nazionale unitaria dei delegati Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, riunitasi oggi a Bologna, c’è l’intesa unitaria – all’unanimità – per l’ipotesi di piattaforma per il rinnovo del contratto Uniontessile-Confapi (circa 120.000

CORTE DEI CONTI: TIROCINI FINALIZZATI AD ASSUNZIONI

La Corte dei conti ha indetto una selezione pubblica, per titoli ed esami, per l’attivazione di un tirocinio formativo e di orientamento finalizzato all’assunzione a tempo indeterminato di tre risorse

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento