Nel caso non coincidessero la data di scadenza di un contratto con quella sul certificato storico in possesso del Centro per l’impiego, quale delle due date ha validità?

Nel caso non coincidessero la data di scadenza di un contratto con quella sul certificato storico in possesso del Centro per l’impiego, quale delle due date ha validità?

Un soggetto viene assunto con un tempo determinato di un mese. Gli fanno poi una proroga con scadenza fine ottobre. Il lavoratore si reca al centro per l’impiego per farsi rilasciare un certificato storico della sua situazione lavorativa e risulta essere assunto sino alla fine dell’anno 2019. Quale scadenza ha validità (31/10/2019 o 31/12/2019)?

Ha validità il contratto di lavoro sottoscritto tra le parti. Probabilmente il consulente o la stessa azienda che ha fatto la comunicazione al centro per l’impiego hanno sbagliato data. In questo caso, Le consiglio di inviare una modifica, al fine di fornire la data corretta di scadenza del contratto a termine.

 

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 556 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Con il consenso del lavoratore, ho intenzione di cedere il contratto di lavoro ad un’altra azienda. Quale è la procedura di base?

La cessione di un contratto di lavoro è disciplinata dall’art. 1406 del codice civile. La procedura può essere così sintetizzata: Sottoscrivere un accordo tra le parti che vada a definire

Il contratto a tutele crescenti: l’applicazione delle tutele crescenti avviene anche in caso di trasformazione a tempo indeterminato di un rapporto già in essere ?

L’applicazione delle nuove tutele crescenti avverrà anche in caso di trasformazione, successiva all’entrata in vigore del decreto, di un contratto a tempo determinato in contratto a tempo indeterminato. Ciò avverrà

In caso di licenziamento per giusta causa spetta l’indennità di disoccupazione al lavoratore?

Sì, in quanto, per il lavoratore, il licenziamento si tratta di una cessazione involontaria del rapporto di lavoro. A quest’ultimo spetterà la NASPI secondo le regole previste dal decreto legislativo

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento