Equitalia : nuova chance per chi ha perso la possibilità di rateizzare

image_pdfimage_print

equitaliaEquitalia, con un comunicato stampa del 3 marzo 2015, informa sulle nuove opportunità riservate a chi per Legge ha perso il beneficio della rateizzazione perché non in regola con i pagamenti alla data del 31 dicembre 2014.
Secondo quanto stabilito dal decreto Milleproroghe (decreto legge n. 192/2014, convertito con modificazioni dalla legge 11/2015) i contribuenti interessati potranno richiedere fino a un massimo di 72 rate (6 anni) presentando la domanda entro il prossimo 31 luglio (scarica i moduli cliccando qui). Ci sono però alcuni limiti rispetto alle regole generali sulla rateizzazione: il nuovo piano concesso non è prorogabile e decade in caso di mancato pagamento di due rate anche non consecutive (anziché 8 rate).

A seguire comunicato stampa di Equitalia del 3 marzo 2015

tuttoschermo

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1254 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Indennità ASpI per i lavoratori sospesi – Circolare n. 27/2015 [Min.Lavoro]

Con la Circolare n. 27/2015 del 20 ottobre, il Ministero del Lavoro fornisce chiarimenti in merito agli aspetti applicativi connessi all’indennità di disoccupazione ASpI per i lavoratori sospesi (articolo 3, comma 17,

circolare n.18/2014 – le indicazioni operative per il contratto a termine e l’apprendistato dopo il Jobs Act

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato la circolare n. 18 del 30 luglio 2014 , con la quale fornisce le indicazioni operative al proprio personale ispettivo relativamente alle nuove

Verso il rinvio la presentazione del Bilancio di esercizio in XBRL

Bilanci di esercizio in Xbrl ( eXtensible business reporting language) verso la proroga. La scadenza del 3 marzo 2015, data entro la quale dovranno essere depositati presso il registro delle

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento