Assolavoro: firmato nuovo accordo su lavoro in somministrazione

Il Testo del Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro per la categoria delle Agenzie di Somministrazione di Lavoro è stato sottoscritto da Assolavoro con le organizzazioni sindacali Nidil Cgil, Felsa Cisl e Uiltem

Assolavoro: firmato nuovo accordo su lavoro in somministrazione

Con il nuovo testo del CCNL per il lavoro in somministrazione firmato da Assolavoro, Associazione nazionale delle agenzie per il lavoro, con Cgil, Cisl e Uil e i sindacati di categoria Nidil Cgil, Felsa Cisl e Uil.Temp ci saranno: tutele rafforzate, incentivi all’assunzione a tempo indeterminato, un diritto mirato alla formazione e più welfare per i lavoratori somministrati.

Il nuovo Ccnl, che segue l’intesa del 21 dicembre 2018, introduce un regime transitorio per i rinnovi dei contratti a termine, che scongiura la fuoriuscita di oltre 50mila persone dal lavoro in somministrazione a seguito del decreto dignità.

Sono 800 mila, in un anno, le persone con un contratto di lavoro in somministrazione, secondo i dati 2018 di Assolavoro, e hanno diritto, per legge, a retribuzioni non inferiori ai dipendenti diretti dell’azienda presso cui prestano attività, oltre alle prestazioni aggiuntive rafforzate nel Ccnl. Tra questi lavoratori, 78mila sono dipendenti a tempo indeterminato delle agenzie del lavoro e 50 mila vengono poi assunti direttamente dalle aziende.

“II contratto qualifica ulteriormente la somministrazione di lavoro come forma di flessibilità capace di soddisfare le esigenze delle imprese implementando al contempo le tutele e l’employability delle persone, mediante la formazione finalizzata alle reali esigenze del mercato del lavoro, e rafforzando ulteriormente il già avanzato sistema di welfare presente nel settore sin dalla sua nascita (1997)”, sottolinea Assolavoro.

“Il nuovo ccnl rappresenta un ulteriore tassello di un percorso di relazioni sindacali teso a rafforzare concretamente il ruolo delle Parti sociali, attraverso la ricerca di soluzioni capaci di coniugare al meglio le esigenze di flessibilità delle imprese con quelle di continuità di lavoro, di reddito e di prospettiva per chi lavora”, spiega ancora Assolavoro.

Un commento al rinnovo del contratto anche dai Segretari Confederali, Luigi Sbarra (Cisl), Tania Scacchetti (Cgil), Tiziana Bocchi (Uil), presenti all’atto della firma: “La firma di oggi è l’epilogo positivo di un percorso di partecipazione che ha visto l’accordo di rinnovo raggiunto a dicembre con le Associazioni datoriali, votato quasi all’unanimità dai lavoratori e dalle lavoratrici nelle assemblee tenutesi nei territori e nelle aziende. Questo significa che le federazioni firmatarie sono state in grado di rafforzare il percorso per costruire rappresentanza in un settore storicamente di difficile accesso a causa della frammentarietà dei rapporti di lavoro. La firma apre una stagione in cui le organizzazioni sindacali di settore saranno chiamate a verificare la esigibilità di norme contrattuali impegnative e innovative sia sul versante delle tutele sia su quello delle politiche attive; lo sforzo che si mette in campo è quello di offrire, pur in un contesto di lavoro flessibile e discontinuo, un sistema di diritti attraverso la contrattazione collettiva.”

  Leggi il testo completo

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

Incentivo Reddito di Cittadinanza per le aziende che assumono con contratto di somministrazione

Platea Soggetti beneficiari del Reddito di Cittadinanza (di seguito “RdC”). Quali sono i requisiti per avere il RdC? Bisogna essere cittadini italiani, europei (o loro familiari titolari di diritto di

Assolavoro: protocollo di intesa con INL per la tutela del lavoro e dell’intermediazione regolare

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL)  ha sottoscritto, il 3 agosto 2018, con Assolavoro, l’Associazione Nazionale delle Agenzie per il Lavoro, un Protocollo di Intesa con il quale viene costituito un “Osservatorio per

Accordo sulle “linee guida in materia di tirocini formativi e di orientamento” [ Conferenza Stato-Regioni ]

La Conferenza Stato-Regioni del 25 maggio si è espressa positivamente in merito all’Accordo sulle “linee guida in materia di tirocini formativi e di orientamento”, (articolo 1, commi da 34 e

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento