Big Data Analysis: un mercato che vale 1,4 miliardi, le aziende investono in occupazione e competenze

Il mercato dell’analisi dei dati ha fatto registrare, negli ultimi anni, un incremento deciso sia nell’occupazione che nelle competenze in particolar modo per le grandi aziende. Le Pmi sono ancora poche ma già sono proiettate al cambiamento.

Big Data Analysis: un mercato che vale 1,4 miliardi, le aziende investono in occupazione e competenze

Ogni giorno nel nostro Paese, come in tutto il resto del mondo del resto, gli utenti forniscono ogni sorta di dati personali a siti, aziende o enti pubblici, e il mercato dei Big Data cresce ad un ritmo sempre più serrato.

A darci il valore in numeri di questa espansione incredibile, in Italia, c’è l’Osservatorio Big Data Analytics & Business Intelligence della School Management del Politecnico di Milano, che da poco ha diffuso un report mercato dei Big Data Analytics del 2018. Dati alla mano si legge che la cifra globale di questo settore, che in Italia ha raggiunto il valore di 1,393 miliardi, è in crescita del 26% rispetto al 2017.

Questi numeri confermano la crescita di questo settore negli ultimi tre anni, in cui si evince un incremento in media del 21% ogni dodici mesi. Rilevanti sono le ripartizioni di questi investimenti: il 45% è dedicata ai software(database e strumenti per acquisire, elaborare, visualizzare e analizzare i dati), il 34% ai servizi (personalizzazione dei software, integrazione con i sistemi informativi aziendali, consulenza) e il 21% alle risorse infrastrutturali (capacità di calcolo, server).

“Il mercato dei Big Data Analytics continua a crescere a ritmi serrati”, attesta il responsabile scientifico dell’Osservatorio Big Data Analytics & Business Intelligence, Carlo Vercellis. “E crescono iniziative fast data, in cui l’analisi dei dati avviene in tempo reale, valorizzando in particolare le potenzialità della Internet of Things. Ma per coglierne a pieno i benefici è necessario che i Big Data vengano analizzati secondo modalità smart, con algoritmi di machine learning in grado di identificare pattern e correlazioni presenti nei dati e di trasformare questa conoscenza in azioni concrete”.

Difatti, il 62% delle grandi aziende asserisce che esiste una grande necessità di reperire le competenze specifiche di Machine Learning e Deep Learning: di queste aziende, circa il 30% le ha già introdotte in organico e un ulteriore 30% prevede di farlo nei prossimi due anni. Nelle grandi, come nelle piccole, aziende negli anni è aumentato il bisogno di assumere personale qualificato per questo tipo di lavoro: il 46% delle grandi imprese ha già inserito figure di Data Scientist in organico, il 42% di Data Engineer, il 56% diData Analyst.

“Le dinamiche di crescita del mercato sono diverse a seconda delle dimensioni aziendali”, sottolinea Alessandro Piva, responsabile della ricerca dell’Osservatorio Big Data Analytics & Business Intelligence, “perché mentre le Pmi inseguono a fatica, tra le grandi aziende si è diffusa la convinzione che sia giunto il momento dell’azione”.

I risultati dello studio confermano che solo il 7% delle Pmi nel 2018 ha avviato progetti di Big Data Analytics, mentre quattro su dieci svolgono ancora analisi tradizionali sui dati aziendali. Se si tiene conto dell’attitudine ad aver a che fare con le tecnologie avanzate e alla consapevolezza su di esse delle Pmi, dal report si evince come il 10% continui ad avere una comprensione scarsa o nulla di quali vantaggi i Big Data potrebbero apportare e di come abbia un approccio all’analisi dei dati limitato e tradizionale.

Un’appendice notevole dello studio riguarda le Startup che si occupano dell’analisi sui Big Data. L’Osservatorio ha censito 443 startup fondate dal 2013 e finanziate dal 2016 in avanti, per un totale di 4,74 miliardi di dollari di investimenti raccolti. Tra queste quelle che hanno avuto accesso a finanziamenti maggiori (circa 30 milioni di dollari ciascuna) sono in ambito Technology (l’8% del totale delle startup), che offrono strumenti per la raccolta, l’analisi l’immagazzinamento, l’organizzazione e integrazione dei dati. A seguire troviamo le startup che si occupano di Analytics System (il 29% del totale, per circa 12,8 milioni di finanziamenti ciascuna), il loro campo è soprattutto quello delle soluzioni che consentono di estrarre rapidamente informazioni da un database e di effettuare analisi predittive.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

Lavoro: oltre 28mila le offerte per l’estate [Assolavoro]

Sono oltre 28mila le opportunità lavorative in arrivo con l’estate 2018. Le offerte di lavoro provengono principalmente dai servizi legati al trasporto e all’accoglienza per i turisti, dalla cura della

II nuovo collocamento è vecchio di vent’anni

Con la pubblicazione degli ultimi quattro decreti legislativi, il governo ha dichiarato di aver concluso il Jobs Act, avendo probabilmente accantonato l’idea di introdurre un compenso orario minimo come previsto

Legge di Bilancio: per l’ anno finanziario 2018 molte novità in materia di lavoro

  Nella riunione del 16 ottobre 2017 il Consiglio dei ministri ha emanato il Ddl concernente al bilancio di previsione dello Stato per l’ anno finanziario 2018 e per il

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento