Istat: l’occupazione migliora ma l’industria registra un calo

I dati registrati dall'istituto di statistica: dopo due trimestri in calo si rivede un rialzo. Calano i dipendenti a termine. Il tasso di disoccupazione scende al 10,4%. Per l’Industria il fatturato ad aprile cala dell’ 1%

Istat: l’occupazione migliora ma l’industria registra un calo

Dal mercato del lavoro arrivano buone notizie per il primo trimestre dell’anno, secondo i dati diffusi dall’Istat nei primi tre mesi dell’anno l’occupazione è tornata a crescere e il numero di occupati è salito dopo due trimestri consecutivi, censendo 25 mila posti in più.

Il trend positivo, evidenzia l’Istat, è il risultato della crescita dei dipendenti permanenti (+47 mila, +0,3%) e degli indipendenti (+7 mila, +0,1%) a fronte di un calo dei dipendenti a termine (-29 mila, -1,0%). A livello tendenziale, cioè rispetto allo stesso periodo dell’anno passato, si riscontra un’aumento di 144 mila occupati (+0,6% in un anno).

In leggera flessione il tasso di disoccupazione, il numero di chi non ha un lavoro, ma è impegnato a trovarlo, scende al 10,4% (-0,2 punti). Il tasso di occupazione sale al 58,7%, il numero delle persone con un lavoro sul totale della popolazione di riferimento, sintesi dell’aumento per le donne (+0,3 punti) e della stabilità per gli uomini; alla crescita del Nord (+0,4 punti) si contrappone la diminuzione nel Centro e nel Mezzogiorno (-0,1 punti in entrambi i casi).

Invece il fatturato dell’industria decresce in termini congiunturali dell’1%, facendo registrare il primo calo dall’inizio dell’anno, secondo i dati Istat, e su base annua perde lo 0,7% nei dati corretti per il calendario. Anche gli ordini evidenziano un leggero calo sia su base sia mensile (-2,4%) sia annua (-0,2%). Incide pesantemente il fatturato estero che segna -2,8 su mese e -2,8 su anno a fronte della crescita di quello interno nulla sul mese e +0,4% su anno. Tra i comparti crescono beni di consumo e energia.

Continua a calare, anche ad aprile 2019, il fatturato dell’industria italiana di autoveicoli che perde l’8,6% rispetto al 2018 dopo il -17,8% di marzo, secondo i dati Istat. La flessione è del 9,3% per il mercato interno e del 7,4% per quello estero. Per gli ordini la contrazione è maggiore e raggiunge il -11,6%, -9,4% sul mercato interno e -14,4% su quello estero

 

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

SAPPE: DONATO CAPECE CONFERMATO SEGRETARIO GENERALE

Gli oltre 100 delegati nazionali del Sindacato autonomo polizia penitenziaria Sappe, riuniti a Napoli per il VI congresso, hanno confermato all’unanimità Donato Capece quale segretario generale del primo sindacato dei

CGIL APPROVA CARTA DEI DIRITTI UNIVERSALI DEL LAVORO

“Il Comitato direttivo della Cgil, riunitosi a Roma, valuta positivamente l’andamento e la conclusione della consultazione straordinaria delle iscritte e degli iscritti alla Cgil sulla proposta di ‘Carta dei diritti

Cassazione: mancata certificazione della visita medica

Con sentenza n. 51907 del 6 dicembre 2016, la terza Sezione penale della Corte di Cassazione ha affermato che con le modificazioni nella legge n. 98 del decreto legge n.

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento