Nei contratti a tempo determinato è obbligatorio inserire l’informazione sul diritto di precedenza?

Nei contratti a tempo determinato è obbligatorio inserire l’informazione sul diritto di precedenza?

Il diritto di precedenza deve essere espressamente richiamato nell’atto scritto ove viene identificato il termine del rapporto di lavoro. Ciò è previsto obbligatoriamente dall’articolo 24, comma 4, del decreto legislativo 81/2015.

Rispetto alla vecchia previsione di legge, attraverso la comunicazione preventiva fatta dal datore di lavoro, il lavoratore che non manifesta espressamente la volontà di aderire entro 6 mesi dalla cessazione del rapporto di lavoro a termine, decade dal diritto di precedenza.

Per maggiori informazioni un estratto dall’articolo 24, comma 4, del decreto legislativo 81/2015:

[…] Il diritto di precedenza deve essere espressamente richiamato nell’atto scritto di cui all’articolo 19, comma 4, e può essere esercitato a condizione che il lavoratore manifesti per iscritto la propria volontà in tal senso al datore di lavoro entro sei mesi dalla data di cessazione del rapporto di lavoro nei casi di cui ai commi 1 e 2, ed entro tre mesi nel caso di cui al comma 3. Il diritto di precedenza si estingue una volta trascorso un anno dalla data di cessazione del rapporto[…]

 

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 526 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Quale è il ruolo delle guardie giurate in azienda?

L’art. 2 della legge n. 300/1970 affida alle guardie giurate il compito della tutela del patrimonio aziendale: esse non possono, in alcun modo, controllare l’attività dei lavoratori, annotare

Esiste un tetto entro il quale lo stato finanzia lo sgravio contributivo nel triennio 2015-2017? Inoltre, la normativa parla di 36 mesi da intendersi come periodo fisso o mobile?

I 36 mesi vanno dal 1/1/2015 al 31/12/2017 oppure se io assumo oggi un indeterminato beneficio dello sgravio fino al 29/07/2018? Il tetto, entro il quale lo stato finanzia lo

Cosa si intende per obbligo di riservatezza per il lavoratore ?

Il lavoratore non può divulgare notizie riguardanti l’azienda nella quale lavora, sia quelle coperte da segreto, che quelle a carattere “neutrale” che possono recare un pregiudizio al datore. Tale ultimo

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento