Mi dicono che non posso trasformare un contratto a termine in apprendistato? perché?

Mi dicono che non posso trasformare un contratto a termine in apprendistato? perché?

Il contratto di apprendistato, per quanto sia un contratto di lavoro a tempo indeterminato, è finalizzato alla occupazione ed alla formazione dei giovani. Proprio questo secondo aspetto non è secondario, in quanto la formazione rappresenta il focus di questa tipologia contrattuale.

In funzione di ciò, il contratto deve prevedere un piano formativo individuale ad hoc che dipende dalla qualifica che deve conseguire il ragazzo e da altri fattori soggettivi in capo al lavoratore (es. precedenti rapporti di lavoro, titolo di studio, ecc.). Per questo motivo, il contratto di lavoro deve essere inquadrato, ab origine, quale contratto di apprendistato.

 

Per approfondire leggi l’analisi dei vari tipi di incentivi dell’apprendistato professionalizzante e i motivi per cui conviene utilizzarlo per le assunzioni nel 2019: Benefici per l’assunzione attraverso l’apprendistato professionalizzante: le ragioni della convenienza [E.Massi]

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 502 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Ho una partita I.V.A. è possibile iscrivermi al centro per l’impiego come disoccupato?

Possono essere considerati privi di impiego ed iscrivibili al Centro per l’Impiego quali disoccupati, anche i soggetti in possesso di partita I.V.A. non movimentata negli ultimi 12 mesi, precedenti alla

È possibile recedere da un rapporto di lavoro consensualmente e allo stesso tempo ricevere la NASpI?

Vorrei procedere, con accordo con il lavoratore, ad una risoluzione consensuale ma, al tempo stesso, il lavoratore vorrebbe ricevere la NASPI. So che la cosa è possibile se l’accordo avviene

Se il contratto collettivo applicato nella mia azienda non prevede le modalità di effettuazione dello straordinario , posso obbligare i lavoratori a farlo?

No. Il comma 3 dell’art. 5 del D.L.vo 66/2003 stabilisce che “in difetto di disciplina collettiva applicabile, il ricorso al lavoro straordinario è ammesso soltanto previo

2 Commenti

  1. Roberto
    Giugno 17, 08:36 Reply

    Buongiorno, la sua situazione è tra quelle prospettate dall’INPS nel recente messaggio n. 3114/2018: 26,50h / 40h (tempo pieno) X 3gg = 1,98 (2 giorni).

  2. arabafenice78
    Giugno 13, 10:05 Reply

    Buongiorno,
    ho un rapporto di lavoro a tempo parziale orizzontale di 26.5 h settimanali (distribuito dal lun al sab in questo modo: lun 4.5, mar-mer-gio-ven 3.5, sab 8h). Ho fatto richiesta di permessi L. 104 con fruizione in giorni. Posso prendere comunque 3 gg al mese (indipendentemetne dal giorno in cui ne fruisco, che sia di 4.5 o di 8 h, tanto vale sempre un giorno) o devo riproporzionare le 3 giornate all’orario parziale? non mi è molto chiaro cosa posso fare. Leggevo di un riproporzionamento dei part time che nel mio caso sarebbe 26.5h/6 gg x 3gg =13.25h totali mensili. Allora posso prendere 3 gg o 13.25h? o il riproporzionamento va fatto solo su part time verticale? Grazie mille per la risposta che vorrà darmi.
    Cordiali saluti.
    Caterina D’Ambrosio

Lascia un commento