fbpx

In merito alla continuazione del rapporto a tempo determinato oltre la scadenza: era possibile in base al D. Lvo 81/2015, lo è anche ora con la Legge 96/2018?

In merito alla continuazione del rapporto a tempo determinato oltre la scadenza: era possibile in base al D. Lvo 81/2015, lo è anche ora con la Legge 96/2018?

Vorrei chiedervi un chiarimento in merito alla continuazione del rapporto a tempo determinato oltre la scadenza: Era possibile in base al D. Lgs 81/2015, lo è anche ora con la Legge 96/2018? Parlo dell’ulteriore periodo dopo il raggiungimento dei 24 mesi massimi.

 La cd “prosecuzione di fatto” è ancora fattibile, ai sensi dell’art. 22 del DLvo 81/2015. Non è prevista alcuna comunicazione al Centro per l’Impiego. Le giornate ulteriori dovranno essere riportate nel LUL con la relativa maggiorazione.

Si ricordi che il periodo massimo previsto è di 30 giorni se il contratto scaduto era inferiore a 6 mesi e 50 giorni se il contratto scaduto era pari o superiore ai 6 mesi.

Di seguito un estratto dell’art. 22 del D.Lvo 81/2015:

Art. 22. Continuazione del rapporto oltre la scadenza del termine

  1. Fermi i limiti di durata massima di cui all’articolo 19, se il rapporto di lavoro continua dopo la scadenza del termine inizialmente fissato o successivamente prorogato, il datore di lavoro è tenuto a corrispondere al lavoratore una maggiorazione della retribuzione per ogni giorno di continuazione del rapporto pari al 20 per cento fino al decimo giorno successivo e al 40 per cento per ciascun giorno ulteriore.
  2. Qualora il rapporto di lavoro continui oltre il trentesimo giorno in caso di contratto di durata inferiore a sei mesi, ovvero oltre il cinquantesimo giorno negli altri casi, il contratto si trasforma in contratto a tempo indeterminato dalla scadenza dei predetti termini. 

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 695 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Per quanti anni devo conservare il libro unico del lavoro?

  A norma dell’articolo 6, del Decreto 9 luglio 2008 del Ministero del Lavoro, l’obbligo di conservazione del libro unico del lavoro è di 5 anni dalla data di ultima

Quanto dura un provvedimento disciplinare per essere considerato “recidiva”?

Quanto dura un provvedimento disciplinare per essere considerato “recidiva”? L’articolo 7, dello Statuto dei Lavoratori (Legge 300/1970), stabilisce – comma 8 – che la sanzione disciplinare perde efficacia decorsi due

Entro quando va richiesto il rinnovo del permesso di soggiorno per lavoro?

Il rinnovo del permesso di soggiorno deve essere richiesto alla questura competente almeno 60 giorni prima della scadenza (articolo 5, comma 4, del TU sull’immigrazione – Dl.vo 286/1998). La giurisprudenza

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.