fbpx

Ho un apprendista di primo livello. Vorrei sapere come calcolare la contribuzione agevolata per le ore di formazione interna, a carico del datore di lavoro.

Ho un apprendista di primo livello. Vorrei sapere come calcolare la contribuzione agevolata per le ore di formazione interna, a carico del datore di lavoro.

La contribuzione, pari al 10% previsto per le ore di formazione interna dei lavoratori assunti con contratto di apprendistato della prima tipologia (apprendistato per la qualifica e il diploma professionale…), va calcolata sulla retribuzione agevolata.

Viceversa, per le ore di formazione esterna il datore di lavoro è del tutto esonerato dal corrispondere il trattamento retributivo, con conseguente esclusione dell’obbligo di versamento contributivo.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 695 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Un’azienda chiede la possibilità di variare ad un apprendista la mansione nel corso del periodo formativo. A questo punto ci chiedevamo quali adempimenti l’azienda deve predisporre perché la variazione non comporti alcun rischio per l’azienda e per il lavoratore.

Ritengo che la modifica possa avvenire esclusivamente rivedendo il Piano formativo individuale previsto per l’apprendista e semprechè il periodo di apprendistato già fruito non sia “evidente”. Dopodiché, per avere un imprimatur

Buongiorno, vorrei attivare un apprendistato per la qualifica e il diploma professionale. Quali sono le caratteristiche?

In modo molto sintetico, queste le caratteristiche principali per l’attivazione di un apprendistato per la qualifica e il diploma professionale (cd 1° livello): Ragazzi compresi dai 15 ai 25 anni

Ho letto che dal 1° luglio, in Emilia-Romagna, cambia la normativa regionale sui tirocini. È vero che se l’azienda ha effettuato dei licenziamenti individuali non può attivare tirocini?

Il blocco dei tirocini in Emilia-Romagna avviene qualora siano stati effettuati licenziamenti per GMO (giustificato motivo oggettivo), nei 12 mesi precedenti, presso la medesima unità operativa. Inoltre, si fa riferimento

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.