Bonus Giovani Eccellenze: incentivo di assunzione diretto e in somministrazione

Platea

Persone in possesso di uno dei seguenti titoli:

  • laurea magistrale, ottenuta nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2018 e il 30 giugno 2019 con la votazione di 110 e lode e con una media ponderata di almeno 108/110, entro la durata legale del corso di studi e prima del compimento dei 30 anni di età (intesi come 29 anni e 365 giorni), in università statali o non statali legalmente riconosciute;
  • dottorato di ricerca, ottenuto nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2018 e il 30 giugno 2019 e prima del compimento dei 35 anni di età (intesi come 34 anni e 365 giorni), in università statali o non statali legalmente riconosciute.

Beneficiari

Datori di lavoro privati, comprese le Agenzie per il Lavoro, che, a decorrere dal 1° gennaio 2019 e fino al 31 dicembre 2019, assumono con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato.

Modalità di assunzione

L’incentivo è riconosciuto per le assunzioni effettuate dal 1° gennaio 2019 e fino al 31 dicembre 2019 con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato.

L’esonero si applica, inoltre, anche nel caso di trasformazione, avvenuta nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 31 dicembre 2019, di un contratto di lavoro a tempo determinato in contratto di lavoro a tempo indeterminato, fermo restando il possesso dei requisiti sopra descritti.

L’esonero è riconosciuto anche per assunzioni a tempo parziale. In tal caso, il limite massimo dell’incentivo è proporzionalmente ridotto.

Nelle ipotesi in cui il lavoratore, per la cui assunzione a tempo indeterminato è stato parzialmente fruito l’esonero, una successiva assunzione a tempo indeterminato, nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 31 dicembre 2019, consentirà ad altro datore di lavoro di beneficiare dell’incentivo residuo.

Benefici contributivi

L’incentivo è riconosciuto sotto forma di esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL, per un periodo massimo di dodici mesi decorrenti dalla data di assunzione, nel limite massimo di 8.000 euro per ogni assunzione effettuata.  Scopri di più

  Contatta i nostri esperti