INPS: Legge di bilancio 2019 – effetti sui trattamenti pensionistici

image_pdfimage_print

L’articolo 1, comma 279, della legge di bilancio 2019 integra l’articolo 1, comma 275, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, estendendone l’ambito soggettivo di applicazione e comprendendo tra i lavoratori di cui all’articolo 1, comma 117, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 – che in seguito alla cessazione del rapporto di lavoro siano transitati verso forme pensionistiche obbligatorie dei lavoratori dipendenti, gestite, prima del 1° gennaio 2012, da enti diversi dall’INPS – anche i lavoratori che alla data di presentazione della domanda di pensione, per effetto della ricongiunzione contributiva, non possano far valere contribuzione nell’Assicurazione Generale Obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti.

Per effetto di tale disposizione, con la circolare INPS n. 34 del 27 febbraio 2019, l’Istituto estende il campo di applicazione della circolare INPS n. 154 del 17 settembre 2015 ai fini previdenziali.

Fonte: INPS

Sull' autore

in collaborazione con dottrinalavoro.it
in collaborazione con dottrinalavoro.it 305 posts

www.dottrinalavoro.it è un sito privato di informazione sulle novità in materia di lavoro diretto dal dott. Eufranio Massi e curato dal dott. Roberto Camera.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Dal 10 ottobre possibile l’invio delle istanze per l’incentivo “ Garanzia Giovani ” [INPS]

L’Inps, con il messaggio n. 7598 del 9 ottobre 2014, informa che da oggi – 10 ottobre 2014 – è possibile inviare le istanze telematiche di ammissione agli incentivi all’assunzione, inerenti il Programma “

Parlamento: delega al Governo per l’adeguamento della normativa sul trattamento dei dati personali

Il Parlamento ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 259 del 6 novembre 2017, la Legge n. 163 del 25 ottobre 2017, con la quale delega il Governo al recepimento delle

Agevolazioni per persone che trasferiscono la residenza fiscale in Italia – chiarimenti [Agenzia Entrate]

L’Agenzia delle Entrate ha emanato la circolare n. 17 del 23 maggio 2017, con la quale fornisce i chiarimenti interpretativi in merito ai regimi agevolativi per persone fisiche che trasferiscono la residenza

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento