Incentivo per l’assunzione con tutele crescenti per Under 35 con inserimento diretto o in somministrazione

Il bonus è rivolto ai datori di lavoro che assumono Under 35 con contratto a tempo indeterminato e in somministrazione

Incentivo per l’assunzione con tutele crescenti per Under 35 con inserimento diretto o in somministrazione

Platea

L’incentivo è finalizzato all’assunzione di lavoratori che non hanno compiuto i 35 anni di età (34 anni e 364 giorni), e non sono stati occupati a tempo indeterminato con il medesimo o con altro datore di lavoro. Non ostano al riconoscimento dell’esonero gli eventuali periodi di apprendistato svolti presso un altro datore di lavoro e non proseguiti in rapporto di lavoro a tempo indeterminato.

Beneficiari

Datori di lavoro privati, comprese le Agenzie per il Lavoro, che assumono, negli anni 2019 e 2020, lavoratori con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato a tutele crescenti.

Modalità di assunzione

Contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti.

Benefici contributivi

Al datore di lavoro che assume i lavoratori rientranti nella categoria sopra descritta, è riconosciuto, per un periodo massimo di trentasei mesi, l’esonero dal versamento del 50 per cento dei complessivi contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi e contributi INAIL, nel limite massimo di 3.000 euro su base annua, riparametrato e applicato su base mensile.

Le condizioni di accesso all’incentivo e modalità applicative

Le modalità di fruizione dell’esonero saranno stabilite con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, in attesa di emanazione.

Assunzione a scopo di somministrazione

In caso di assunzione a tempo indeterminato a scopo di somministrazione, l’esonero spetta sia in caso di somministrazione a tempo indeterminato che di somministrazione a tempo determinato.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

[ISTAT – report] Nel IV trimestre 2015 nuovi segnali di miglioramento nel mercato del lavoro

Disponibile online, sul sito dell’ ISTAT,  l’ultimo report sul mercato del lavoro relativo al IV trimestre del 2015. In particolare, per quanto riguarda la somministrazione, si registra un aumento del 12,9%

Somministrazione abusiva, inasprimento delle sanzioni amministrative

Multe salate per la somministrazione abusiva di lavoro, gli appalti e i distacchi illeciti, che non sono più reato in base al Dlgs 8/2016. La depenalizzazione comporta comunque un inasprimento

Indicazioni operative per le assunzioni agevolate nel Mezzogiorno: [E. Massi]

Con la circolare n. 41 del 1° marzo 2016, l’Inps, come richiesto dallo stesso Decreto direttoriale n. 367 del 16 novembre 2017, ha provveduto a fornire una serie di indicazioni

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento