Incentivo per l’assunzione con tutele crescenti per Under 35 con inserimento diretto o in somministrazione

Il bonus è rivolto ai datori di lavoro che assumono Under 35 con contratto a tempo indeterminato e in somministrazione

Incentivo per l’assunzione con tutele crescenti per Under 35 con inserimento diretto o in somministrazione
image_pdfimage_print

Platea

L’incentivo è finalizzato all’assunzione di lavoratori che non hanno compiuto i 35 anni di età (34 anni e 364 giorni), e non sono stati occupati a tempo indeterminato con il medesimo o con altro datore di lavoro. Non ostano al riconoscimento dell’esonero gli eventuali periodi di apprendistato svolti presso un altro datore di lavoro e non proseguiti in rapporto di lavoro a tempo indeterminato.

Beneficiari

Datori di lavoro privati, comprese le Agenzie per il Lavoro, che assumono, negli anni 2019 e 2020, lavoratori con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato a tutele crescenti.

Modalità di assunzione

Contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti.

Benefici contributivi

Al datore di lavoro che assume i lavoratori rientranti nella categoria sopra descritta, è riconosciuto, per un periodo massimo di trentasei mesi, l’esonero dal versamento del 50 per cento dei complessivi contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi e contributi INAIL, nel limite massimo di 3.000 euro su base annua, riparametrato e applicato su base mensile.

Le condizioni di accesso all’incentivo e modalità applicative

Le modalità di fruizione dell’esonero saranno stabilite con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, in attesa di emanazione.

Assunzione a scopo di somministrazione

In caso di assunzione a tempo indeterminato a scopo di somministrazione, l’esonero spetta sia in caso di somministrazione a tempo indeterminato che di somministrazione a tempo determinato.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

Prima interpretazione sulla Direttiva 2008/104/CE (art. 4, par. 1) relativa lavoro tramite Agenzia – Causa C-533/13

Pubblicata oggi la Sentenza della Corte di Giustizia Europea nella causa C?533/13 in merito alla interpretazione dell’articolo 4, paragrafo 1, della direttiva 2008/104/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 19 novembre 2008,

Agenzie per il lavoro : italia tra le best practice europee [ #ciett2015 #assolavoro]

SOMMINISTRAZIONE: IN ITALIA +15,5% OCCUPATI I TRIMESTRE 2015 Formazione e Welfare aggiuntivo per i lavoratori tramite Agenzia fanno del settore una buona pratica sul piano internazionale, nel 2014 oltre 196mila

A pieno regime l’ Assegno di Ricollocazione: per i disoccupati fino a 5mila euro

Il lungo periodo di sperimentazione e messa a punto dell’ Assegno di Ricollocazione è giunto finalmente a termine, si entra a pieno regime non senza alcune difficoltà. Infatti da qualche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento