Una ditta A ha avuto un lavoratore per circa un anno tramite un’agenzia per il lavoro. Adesso il contratto con l’agenzia si è concluso e l’azienda A vorrebbe assumere il dipendente con contratto a tempo determinato ACAUSALE, può farlo oppure no? So che il contratto acausale si può stipulare se il lavoratore non ha già avuto precedenti rapporti con il datore stesso, ma in questo caso il fatto che abbia lavorato presso la ditta A, MA tramite agenzia per il lavoro deve essere considerato o no? Quindi l’azienda A può stipulare un contratto acausale o no?

image_pdfimage_print

La circolare n. 18/2012 ha precisato che l’utilizzo del contratto a tempo determinato privo di causale è ammesso nel caso di primo rapporto a tempo determinato tra lavoratore e datore di lavoro/utilizzatore. Per cui, se non è prevista una deroga da parte del contratto collettivo di riferimento, è precluso il contratto a termine acausale nel caso prospettato.

A cura di : Roberto Camera

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 443 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Sono nel periodo di maternità facoltativa (ho partorito 6 mesi fa), per dimettermi devo fare le dimissioni telematiche?

Non è necessario. Per dare le dimissioni deve andare presso l’Ispettorato del Lavoro e convalidarle dinanzi ai funzionari preposti.

Con l’approssimarsi del 1° gennaio 2016, vorrei verificare le tipologie di lavoro alternative al contratto a progetto. E’ possibile far prendere la partita iva a questi soggetti ?

Di massima, è possibile l’utilizzo di un collaboratore con partita IVA. La cosa che, comunque, deve essere verificata è l’attività in concreto che il collaboratore andrà a svolgere per l’azienda

Dobbiamo mandare, per un breve periodo, in distacco un lavoratore per un interesse della nostra azienda. Dobbiamo richiedere l’autorizzazione del lavoratore?

E’ buona norma che l’azienda sottoponga al lavoratore una lettera che evidenzi i motivi del distacco e che venga sottoscritta per accettazione da quest’ultimo. Ci sono solo 2 avvertenze da seguire:

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento