Rating di Legalità: Generazione Vincente S.p.A. si aggiudica la seconda “stella”

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha deliberato di attribuire la seconda stella del rating di legalità

Rating di Legalità: Generazione Vincente S.p.A. si aggiudica la seconda “stella”

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM), nella sua adunanza del 30 gennaio 2019, ha deliberato, a seguito delle valutazioni effettuate e alle dichiarazioni rese, di incrementare il punteggio relativo al rating di legalità attribuito a Generazione Vincente S.p.A. portandolo a due “stelle”.

Il rating di legalità è un indicatore reputazionale d’impresa, un riconoscimento che certifica il rispetto della legalità e l’elevato grado di attenzione riposto nella corretta gestione del proprio business da parte delle imprese.

Tutte le aziende che conseguono il rating di legalità possono disporre di una serie di vantaggi. Il primo effetto premiale attiene alle ricadute positive che l’attribuzione del rating, in quanto riconoscimento pubblico che l’impresa soddisfa certi requisiti, ha sulla reputazione dell’impresa stessa. È un riconoscimento ufficiale del valore etico dell’impresa, i cui effetti vanno a supportare l’immagine della società determinando quei benefici di preferenza e di motivata scelta di mercato.

Il secondo vantaggio derivante dall’assegnazione del rating di legalità è costituito dalle facilitazioni previste in sede di concessioni di finanziamenti da parte delle pubbliche amministrazioni ex art. 7, comma 1, d.lgs. n. 123/1998.

Il terzo vantaggio è costituito dal fatto che le banche tengono conto del rating attribuito all’impresa nel processo di istruttoria per la concessione di finanziamenti, dove l’attribuzione del rating viene valorizzata ai fini di una riduzione dei tempi e dei costi e, in certe circostanze, della determinazione delle condizioni economiche di erogazione.

Il team di Generazione Vincente S.p.A. è già a lavoro per la prossima adunanza dell’AGCM con l’obiettivo di raggiungere la terza “stella”, a conferma del nostro impegno nella promozione e nell’attuazione di principi di comportamento etico in ambito aziendale e del nostro agire da impresa sana.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

Alternanza scuola-lavoro: coinvolti 650mila studenti

Arrivano segnali positivi sull’ alternanza scuola-lavoro. È ciò che si evince dal monitoraggio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca presentato dal Ministro Stefania Giannini, in occasione del lancio del programma

L’ active ageing nelle aziende italiane

Il Centro Ricerche AIDP in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e Fondazione Sodalitas ha condotto nel periodo tra marzo e ottobre 2014, una ricerca volta a indagare il fenomeno active ageing e la

Più collaborazione nei servizi per il lavoro [S.Vergari]

Il persistente divario tra domanda ed offerta di lavoro è il grande problema irrisolto del nostro tessuto socio-economico. Le imprese faticano a trovare le figure professionali richieste, come denunciano in

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento