Ministero del Lavoro: distacco durante il periodo di apprendistato

Il Ministero del Lavoro ha risposto alla richiesta di parere sulla congruenza tra il contratto di apprendistato e la formazione durante un periodo di distacco

Ministero del Lavoro: distacco durante il periodo di apprendistato
image_pdfimage_print

La Direzione Generale dei rapporti di lavoro e delle relazioni industriali, del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con la nota n. 1118 del 17 gennaio 2019, ha risposto ad una richiesta di parere, da parte dell’Ispettorato di Udine, in merito alla congruenza tra il contratto di apprendistato e la formazione durante un periodo di distacco (ex articolo 30 del decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276).

Sullo stesso argomento, circa un anno fa, lo stesso Ispettorato Nazionale del Lavoro era intervenuto con la nota n. 290 del 12 gennaio 2018.

Questi i punti fissi del parere ministeriale.

Le modalità concrete in cui avviene il distacco devono garantire all’apprendista il regolare adempimento dell’obbligo di formazione interna ed esterna, la cui responsabilità rimane in capo al datore di lavoro, nonché consentire la necessaria assistenza del tutor, il quale deve essere posto in condizione di svolgere i compiti e le funzioni a lui assegnate dalla specifica disciplina regionale e/o collettiva.

Pertanto, anche nel contesto produttivo del distaccatario, dovrà essere prevista la presenza del tutor, verificando puntualmente l’effettivo esercizio dei compiti a lui attribuiti dalla contrattazione collettiva, per garantire che il periodo del distacco risulti utile e coerente al percorso formativo dell’apprendista definito all’atto dell’assunzione.

Può essere il caso che nell’accordo di distacco venga previsto anche il distacco del tutor o l’indicazione di un referente aziendale nella sede del distaccatario che si relazioni con il tutor per consentire la piena e regolare attuazione del Piano Formativo.

Resta inteso che il temporaneo inserimento dell’apprendista distaccato, in un contesto produttivo e organizzativo diverso da quello per il quale è stato assunto, deve avere durata limitata e contenuta rispetto al complessivo periodo dell’apprendistato.

Fonte: Ministero del Lavoro

Sull' autore

in collaborazione con dottrinalavoro.it
in collaborazione con dottrinalavoro.it 313 posts

www.dottrinalavoro.it è un sito privato di informazione sulle novità in materia di lavoro diretto dal dott. Eufranio Massi e curato dal dott. Roberto Camera.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

PIL: aumento grazie a Industria 4.0

  Le speranze di aumento del PIL grazie al Piano Nazionale chiamato Industria 4.0 sono diventate realtà. Tutte quelle risorse messe a disposizione delle imprese italiane che avrebbero dovuto portare

ASSOLAVORO, 367.400 RAPPORTI ATTIVI

Sono 367.400 i rapporti di lavoro tramite agenzia attivi ad agosto 2015, con un aumento del 17% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre la media mensile per il periodo

Leggera flessione dell’ industria a gennaio: -1,9% su dicembre

I dati Istat rilevano una leggera flessione della produzione industriale nel mese di gennaio in rapporto a dicembre 2017. Secondo la stima su base mensile dell’Istat, l’indice destagionalizzato registra una

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento