Qual’è il massimale di compenso che posso prevedere per un lavoratore accessorio ?

image_pdfimage_print

Il massimale di compenso che posso prevedere per un lavoratore accessorio è pari a 2.000 euro netti l’anno, attraverso la corresponsione di voucher. Il massimale riguarda esclusivamente gli imprenditori, in quanto, per i soggetti privati (es. famiglie per lavori domestici) il massimale, sempre netto, è di 5.000 euro annui.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 471 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Con il consenso del lavoratore, ho intenzione di cedere il contratto di lavoro ad un’altra azienda. Quale è la procedura di base?

La cessione di un contratto di lavoro è disciplinata dall’art. 1406 del codice civile. La procedura può essere così sintetizzata: Sottoscrivere un accordo tra le parti che vada a definire

La Cassa integrazione in deroga per gli anni 2014 e 2015 è cambiata?

Si, per effetto del Decreto interministeriale 1° agosto 2014, n. 83473. L’erogazione è possibile per: situazioni aziendali dovute ad eventi non transitori; situazioni aziendali temporanee determinate da crisi di mercato;

Per il corretto versamento del ticket licenziamento si esclude il periodo di assenza per congedo straordinario?

La presente per chiedere il seguente chiarimento ai fini del corretto versamento del ticket licenziamento. In considerazione del periodo di assenza per congedo straordinario (art. 42- D.lgs 151/01) da aprile

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento