Ho letto su un giornale che per il 2019 mio marito potrà avere 5 giorni di congedo per la nascita di nostra figlia, mi può spiegare?

Ho letto su un giornale che per il 2019 mio marito potrà avere 5 giorni di congedo per la nascita di nostra figlia, mi può spiegare?
image_pdfimage_print

Il padre lavoratore dipendente, per l’anno 2019, ha diritto a 5 giorni di congedo obbligatorio da fruire entro i 5 mesi dalla nascita del figlio o dall’ingresso in famiglia o in Italia del minore (in caso di adozione e affidamento nazionale o internazionale), e di un giorno di congedo facoltativo in sostituzione al periodo di astensione obbligatoria spettante alla madre. I giorni possono essere goduti anche in via non continuativa.

Tali diritti non possono essere sottoposti a valutazioni discrezionali da parte del datore di lavoro.

 

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 450 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Ho sottoscritto, in maggio, un impegno all’assunzione per un contratto a tempo determinato per 24 mesi, con decorrenza 15/09/18. È valido l’impegno per evitare la causale?

Ho sottoscritto, in maggio, con un lavoratore un impegno all’assunzione per un contratto a tempo determinato per 24 mesi, con decorrenza 15 settembre 2018. Posso ritenere valido questo impegno per

Possiamo applicare al premio di risultato le disposizioni che evidenziano la completa detassazione e decontribuzione del premio stesso?

La detassazione e la decontribuzione potranno avvenire qualora il CCAL preveda la sostituzione del premio di risultato attraverso un piano welfare. Le caratteristiche del premio di risultato dovranno seguire le

Se una persona, iscritta nelle liste di mobilità, lavora con contratto a termine 12 mesi e poi successivamente viene confermata a tempo indeterminato entro il 2015, l’azienda, oltre ad avere lo sgravio per i successivi 12 mesi gode anche delle agevolazioni degli 8mila euro per 3 anni ?

In relazione agli incentivi per l’assunzione di lavoratori iscritti nelle liste di mobilità ex art. 6 della legge n. 223/1991, risulta cumulabile con l’esonero contributivo esclusivamente il contributo di cui

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento