M. Amoroso: “Le Agenzie per il Lavoro – l’altra faccia delle Politiche Attive”. #ForumTuttoLavoro2018

Intervento del dott. Michele Amoroso, Presidente CdA Generazione Vincente S.p.A al V Forum TuttoLavoro, tenutosi a Roma lo scorso 28 novembre 2018.

image_pdfimage_print

Durante l’intervento del Dott. Amoroso si evidenziano alcuni punti importanti in merito alle Agenzie per il Lavoro e di come siano inserite all’interno del tessuto economico e sociale, parte essenziale del mercato del lavoro e del sistema di formazione dei lavoratori attuali e del futuro: “i Servizi per il lavoro? pubblico e privato devono interagire in simbiosi e sinergicamente. La contrapposizione tra servizi pubblici e  le APL è una questione soltanto ideologica”. 

Sul rallentamento dell’occupazione afferma: “Servono risposte certe e veloci per imprese e lavoratori. È necessario superare il tradizionale modello burocratico. Al pubblico spetta la governance, al privato la gestione pratica. È necessario riunire tutti i soggetti in un unico sistema che metta in comunicazione imprese e lavoratori in un’ottica di partnerariato”.

Infine sull’importanza della formazione e del ruolo delle APL in quest’ottica: “Si arriva all’occupazione attraverso una formazione mirata. Il lavoratore più formato ha infatti maggiori possibilità di essere impiegato. Lo scopo finale delle APL è il placement, e si arriva all’occupazione attraverso la formazione privata

 

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

Ichino: «Il Jobs Act un risultato eccellente. Il traguardo rimane sempre il Codice semplificato »

Sul piano legislativo, quali obiettivi importanti sono stati raggiunti? «L’avvio a un rapido superamento del regime di job property che ha regolato per mezzo secolo gran parte del tessuto produttivo

Vaccarino (CNA) : «Il Jobs Act è un potente fattore di competitività per l’artigianato e le Pmi»

Scendendo a un livello di maggiore dettaglio, quali sono i cambiamenti, nei diversi ambiti della riforma, che considera più innovativi? « L’innovazione più potente introdotta dal Jobs Act è senza

Rivolta: «Il Jobs Act? Corrisponde largamente alle attese delle imprese del terziario e del commercio. Ma diciamo no al salario minimo»

Il Jobs Act è un percorso di riforma ormai completato, almeno per quel che riguarda gli aspetti legislativi. Possiamo tirare le prime somme e fare un primo bilancio complessivo. «Abbiamo

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento