Assolavoro: da gennaio 53mila persone non potranno più essere impiegate con le Agenzie [Comunicato stampa]

Una stima al ribasso dellʼeffetto della circolare 17 del Ministero che prende in considerazione, nelle nuove misure, anche i lavoratori con contratti stipulati prima dellʼentrata in vigore della legge

Assolavoro: da gennaio 53mila persone non potranno più essere impiegate con le Agenzie [Comunicato stampa]

Comunicato stampa Assolavoro

Sono circa 53mila le persone che a partire dal 1° gennaio 2019 non potranno essere riavviate al lavoro attraverso le Agenzie per il Lavoro perché raggiungeranno i 24 mesi di limite massimo per un impiego a tempo determinato, secondo quanto previsto da una circolare del Ministero (n.17 del 31 ottobre 2018) che ha retrodatato a prima dell’entrata in vigore della legge di conversione del cosiddetto Decreto Dignità il termine da considerare per questi lavoratori assunti dalle Agenzie.

Si tratta di una stima prudenziale, approssimata per difetto, elaborata da Assolavoro, l’Associazione Nazionale delle Agenzie per il Lavoro, con una proiezione sull’intero settore dei dati rilevati dagli operatori associati (circa l’85% del mercato).

Assolavoro evidenzia che nonostante le ripetute manifestazioni di disponibilità non c’è stato ancora nessun riscontro in generale e in particolare sull’interpello relativo proprio alla circolare n.17 del 31 ottobre 2018. L’Associazione Nazionale delle Agenzie per il Lavoro ribadisce la necessità di “correggere il tiro” a tutela dei lavoratori.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

Somministrazione di lavoro e flessibilità dopo il decreto dignità: parte il Roadshow di Assolavoro

Parte da Napoli, nel pomeriggio, il Roadshow Assolavoro che avrà come focus gli approfondimenti e le analisi di strumenti, servizi e sinergie che è possibile sviluppare tra Aziende e Agenzie

Sistemi di Politiche Attive per l’Occupazione: l’Anpal pubblica le Linee guida per la comunicazione

Sono state pubblicate dall’Anpal, sul proprio sito, le Linee guida per la comunicazione del PON SPAO – “ Sistemi di Politiche Attive per l’Occupazione ”. Applicare, in maniera omogenea, su tutto il

Cassazione: limite al risarcimento anche per la somministrazione irregolare

Con sentenza n. 18046 del 20 agosto 2014, la Cassazione ha confermato l’applicazione, in materia di risarcimenti, delle regole del contratto a termine anche in caso di somministrazione irregolare. I giudici della Suprema Corte

1 Commento

  1. Maria
    Febbraio 22, 14:15 Reply

    Vi e’ capitato di stipulare contratti in formula mista con categorie protette, ovvero con assunzione a tempo indeterminato con L’agenzia e somministrazione a tempo determinato ( x non meno di 12 mesi) con l’azienda utilizzatrice ,che per mezzo dell’utilizzo deve coprire la quota di riserva? Qunidi copertura della quata di riserva dell’Azienda e non dell’Agenzia.
    Vi e’ stato concesso il Nulla osta?
    Oppure avete delle conferme da parte di centri per l’impiego oppure avete inoltrate qualche interpello presso il ministero del lavoro in merito?
    Grazie

Lascia un commento