Licenziamento del dirigente – presupposti [Cassazione]

cassazioneCon sentenza n. 20876 del 21 agosto 2018, la Corte di Cassazione ha affermato che “il licenziamento individuale del dirigente può fondarsi non solo sul venire meno del particolare rapporto di fiducia che lo caratterizza, ma anche su ragioni oggettive concernenti esigenze di riorganizzazione aziendale, che non debbono necessariamente coincidere con l’impossibilità della continuazione del rapporto o con una situazione di crisi tale da rendere particolarmente onerosa la continuazione, dato che il principio di buona fede e correttezza che costituisce il parametro su cui misurare la legittimità del licenziamento deve essere coordinato con la libertà di iniziativa economica, garantita dall’art. 41 della Costituzione“.

Sull' autore

in collaborazione con dottrinalavoro.it
in collaborazione con dottrinalavoro.it 321 posts

www.dottrinalavoro.it è un sito privato di informazione sulle novità in materia di lavoro diretto dal dott. Eufranio Massi e curato dal dott. Roberto Camera.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Parlamento: riordino delle forme contrattuali e dell’ attività ispettiva (art.4 Jobs Act)

Pubblichiamo la bozza dell’articolo 4 del disegno di legge delega – c.d. Jobs Act – presente nel sito del Senato in materia di riordino delle forme contrattuali e dell’ attività ispettiva.

Praticanti professionisti: con obbligo Inail ma non per tutti

Praticantato negli studi professionali senza obbligo di assicurazione contro gli infortuni. Mentre l’ Inail con circolare n.16 del 4 marzo 2014 avvia l’operazione di revisione dell’inquadramento dei tirocinanti, alla luce

Cassazione : non costituisce reato la mancata reintegra nel posto di lavoro

Con sentenza n. 6777/2015, la Corte di Cassazione ha affermato che non costituisce reato la mancata ottemperanza del datore di lavoro all’ordine del giudice di reintegrare un dipendente nel posto di lavoro. I giudici della

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento