Rivedi il Webinar tenuto da Eufranio Massi sul Decreto dignità [Podcast]

Il lavoro a termine dopo il D.L. Dignità, criticità e soluzioni operative

image_pdfimage_print

Riproponiamo il Webinar tenuto da  Eufranio Massi dal titolo: “Il lavoro a termine dopo il D.L. Dignità, criticità e soluzioni operative” anche in versione Video-Podcast per coloro che non sono riusciti a partecipare all’appuntamento che si è tenuto, in diretta, giovedì 26 Luglio dalle ore 15.
Uno sguardo attento tra cambiamenti e opportunità, tra luci e ombre di quello che vorrebbe essere un mutamento radicale del modo di concepire la flessibilità del lavoro.

Sono intervenuti durante il Webinar:

Dott. Eufranio Massi
E’ stato per 40 anni dipendente del Ministero del Lavoro. Ha diretto, in qualità di Dirigente, le strutture di Parma, Latina, i Servizi Ispettivi centrali, Modena, Verona, Padova e Piacenza. Collabora, da sempre, con riviste specializzate e siti web sul tema lavoro. Dal 2014 cura l’editoriale settimanale sul magazine JOL di Generazione vincente.

Dott. Agostino Di Maio
Direttore di Assolavoro, l’Associazione Nazionale di Categoria delle Agenzie per il Lavoro (ApL). Riunisce le ApL che producono circa l’85% del fatturato complessivo legato alla somministrazione di lavoro e contano in tutta Italia oltre 2.500 filiali.

Avv. Luca Peluso
Avvocato Giuslavorista socio AGI (Avvocati Giuslavoristi Italiani). Specializzato nell’individuazione di soluzioni idonee a garantire la giusta flessibilità in azienda, collabora con prestigiosi studi professionali fornendo prevalentemente attività di consulenza.

Ha moderato  il Dott. Antonio Nisticò (Sales manager Italia Generazione Vincente S.p.A)

L’appuntamento è al prossimo Webinar di Job Opinion Leader.
Rimani aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter!

 

 

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

Treu: « Jobs Act , missione compiuta. E anche rapidamente. Ma bisogna trovare le risorse per ammortizzatori e politiche attive»

Scendendo a un livello di maggiore dettaglio, quali sono i cambiamenti, nei diversi ambiti della riforma, che considera più innovativi? Si possono segnalare tre-quattro cambiamenti strutturali. Il primo riguarda le

La flessibilità del lavoro dopo la Legge 96/2018: scenari operativi [Webinar gratuito]

La Legge 96/2018 ha modificato in maniera sostanziale la disciplina dei principali contratti flessibili presenti nel nostro ordinamento giuridico: il contratto a tempo determinato e la somministrazione di lavoro. Il

Rivedi il Webinar: La flessibilità del lavoro dopo la Legge 96/2018 – scenari operativi [Podcast]

Il Webinar dal titolo: La flessibilità del lavoro dopo la Legge 96/2018: scenari operativi è riproposto in versione Video-Podcast per tutti coloro che non sono riusciti a partecipare all’evento tenutosi, in diretta, giovedì 4

4 Commenti

  1. stephanie
    luglio 27, 16:35 Reply

    Buongiorno Dott.Eufranio Massi,

    CCNL Metalmeccanico Confindustria/Federmeccanica.

    Un lavoratore X si è infortunato a gennaio 2017. L’azienda ad aprile 2017 ha assunto in sostituzione dell’infortunato un lavoratore Y, indicando nella lettera di assunzione che : “

    Tale rapporto di lavoro avrà termine contestualmente al rientro al lavoro X o al decadere del Suo diritto alla conservazione del posto di lavoro e comunque per una durata non superiore ai 29 (ventinove) mesi (avendo già fatto precedentemente n. 05 mesi in somministrazione prima dell’assunzione a tempo determinato). L’assunzione avviene, in considerazione delle seguenti ragioni di carattere sostitutivo: sostituzione del Sig. X assente per infortunio. È pertanto inteso fin d’ora che al rientro del Sig. X dall’infortunio o al termine di eventuali periodi di malattia dello stesso e/o al decadere del suo diritto alla conservazione del posto di lavoro del Sig. X e/o comunque per una durata massima di 29 mesi, il suo rapporto di lavoro dovrà considerarsi risolto a tutti gli effetti contrattuali e di legge.”

    Alla data attuale l’infortunato X è ancora assente con indennità Inail. Il lavoratore Y alla data attuale ha svolto 22 mesi a tempo determinato (tra lavoro in somministrazione e a tempo determinato).

    Si chiede gentilmente se :
    1) Se la durata dell’infortunio sarà superiore ai 24 mesi, il lavoratore Y dovrà terminare il rapporto di lavoro o continuerà fino al 29° mese ?

    2) L’intenzione dell’azienda è quella (al rientro dell’infortunato X e previa visita del medico del lavoro) di porre il lavoratore X in ferie per 3 o 4 mesi avendo accumulato un residuo alto e quindi prorogare il lavoratore Y (quello in sostituzione). L’azienda al rientro dell’infortunio del lavoratore X può continuare il rapporto con Y con una proroga (per esigenze sostitutive relative alle ferie di X) fino ai 29 mesi? Oppure dovrà terminare al 24° mese ?

    3) Anche per il lavoratore Y vige il diritto di precedenza nelle nuove assunzioni avendo superato i 6 mesi con contratto a tempo determinato?

    Grazie per le gentili risposte,

    Cordialmente
    Stephanie

Lascia un commento