ANPAL: rifinanziato l’ Incentivo Occupazione Mezzogiorno

image_pdfimage_print

L’ANPAL comunica che, a seguito della registrazione della Corte dei Conti della Delibera CIPE n. 22 del 28 febbraio 2018 che ha approvato il Programma Operativo Complementare “Sistemi di Politiche Attive per l’Occupazione” 2014 – 2020, è stato disposto il rifinanziamento, per ulteriori 302 milioni, dell’ Incentivo Occupazione Mezzogiorno.

Il rifinanziamento permette di sbloccare gli incentivi, che da qualche settimana erano fermi per mancanza di fondi.

I datori di lavoro che hanno visto le proprie domande respinte possono ripresentarle pertanto all’INPS con la usuale procedura predisposta dall’Istituto.

Si legge nel sito di ANPAL:

L’Incentivo occupazione Mezzogiorno, attivo dal 1° gennaio 2018 per l’intero anno, e in sostanziale continuità con l’Incentivo occupazione Sud del 2017, riguarda le seguenti categorie:

– lavoratori e lavoratrici di età compresa tra i 16 anni e 34 anni di età

– lavoratori e lavoratrici con 35 anni di età e oltre, privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi.

L’incentivo, la cui attuazione è demandata all’Inps, riguarda le regioni Abruzzo, Molise, Sardegna, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia e prevede sgravi dei contributi a carico dei datori di lavoro privati, da fruire mediante conguaglio sui contributi Inps.
Leggi qui le 
indicazioni operative dell’Inps.

L’incentivo è cumulabile con l’incentivo strutturale all’occupazione giovanile stabile (art. 1 comma 100, della legge 27 dicembre 2017, n. 205).

Per approfondire:

Fonte:ANPAL

Sull' autore

in collaborazione con dottrinalavoro.it
in collaborazione con dottrinalavoro.it 269 posts

www.dottrinalavoro.it è un sito privato di informazione sulle novità in materia di lavoro diretto dal dott. Eufranio Massi e curato dal dott. Roberto Camera.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Garante privacy: Protezione dati – approvato il Protocollo che aggiorna la Convenzione 108

Il Garante per la protezione dei dati personali informa che, dopo un lungo iter iniziato nel 2011, è stato portato a termine dal Comitato dei ministri del Consiglio d’Europa, il

Ministero del Lavoro: interpello 7/2018 – libere professioniste e indennità di maternità

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha emanato l’interpello n. 7 del 12 dicembre 2018, con il quale risponde ad un quesito del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, in merito all’interpretazione

Principali modifiche al ddl stabilità 2015 introdotte in commissione e sottoposte al voto della Camera [infografica]

Dalle pensioni agli e-book, dai pasti per i poveri al finanziamento ai partiti: sono numerose le novità alla Legge di stabilità da oggi all’esame dell’Aula di Montecitorio e sul quale

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento