Consulenti del lavoro: “Decreto dignità è un ritorno al passato. Si riduce la possibilità di assumere”

Consulenti del lavoro: “Decreto dignità è un ritorno al passato. Si riduce la possibilità di assumere”
image_pdfimage_print

Al via la nona edizione del Festival del Lavoro , organizzato dal Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro, che si svolge a Milano dal 28 al 30 giugno prossimo presso il Mi.Co.
Rappresentanti della politica, del mondo imprenditoriale e sindacaleprofessionistiaccademici ed esperti di diritto del lavoro a confronto sulle novità normative relative a “lavoro e futuro” con particolare attenzione alle iniziative legislative da mettere in atto per la crescita economica e la ripresa dell’occupazione.

Più specificamente, in merito ai  contratti di somministrazione e la possibilità di riportare sotto il tetto numerico di lavoratori del 20%, per i quali, fino ad oggi, si applicano solo le eventuali soglie fissate dai contratti collettivi di lavoro, i consulenti dichiarano: “Fissare dei paletti blocca le assunzioni a tempo determinato, necessarie per le aziende, e che risultano essere il primo step per un contratto più stabile”.

Anche sul ritorno delle causali dopo il primo contratto che con molta probabilità saranno tre, i consulenti sono, sostanzialmente, tutti d’accordo: “La reintroduzione dalla causale è un ostacolo. Si torna indietro di 15 anni. E il rischio è che si blocchino le assunzioni”.

In conclusione gli addetti ai lavori bocciano tutte le novità che si applicano al mercato del lavoro dal “Decreto Dignità“, provvedimento che porterebbe:”al rischio che si limiti la possibilità di assumere i giovani”.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1254 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

MORANDO SU PIL 2016

“Il dato di previsione dell’1,2% contenuto nel Def probabilmente non riusciremo a conseguirlo, ma l’1% è ancora nelle nostre possibilità”. Lo afferma il viceministro dell’Economia, Enrico Morando, parlando, dopo gli

FEAMP, QUASI 1 MLD EURO PER PESCA E ACQUACOLTURA SOSTENIBILI

Quasi un miliardo di euro per pesca e acquacoltura sostenibili, maggiore occupazione e coesione territoriale, organizzazione funzionale del mercato, tracciabilità e rispetto della politica comune della pesca. Questo prevede il

A QUOTA 6MILA L’UNIVERSO DEGLI STARTUPPER INNOVATORI ITALIANI

Sono quasi 6mila (5.943 al 30 giugno scorso) le startup innovative in Italia, in aumento di 504 unità rispetto alla fine di marzo. A fornire la mappa aggiornata è l’ultimo

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento