In un’azienda di Parma. Non abbiamo un premio di risultato ma ci rifacciamo a quello territoriale del 2014. Si può applicare la detassazione, stabilita dalla legge di bilancio 2016?

In un’azienda di Parma. Non abbiamo un premio di risultato ma ci rifacciamo a quello territoriale del 2014. Si può applicare la detassazione, stabilita dalla legge di bilancio 2016?
image_pdfimage_print

In merito al premio di produzione ad obiettivi, previsto ai sensi del Contratto Collettivo Provinciale di Lavoro del 21-11-2014, per i dipendenti delle aziende della Provincia di Parma esercenti l’industria delle Conserve Animali e Prosciuttifici, si fa presente che, così come disposto dalla circolare n. 5/E/2018 dell’Agenzia delle Entrate, il riconoscimento della detassazione richiede che la verifica e la misurazione dell’incremento – quale presupposto per l’applicazione dell’imposta sostitutiva del 10% – sia effettuato a livello aziendale, in base ai risultati raggiunti al termine del periodo congruo di misurazione, dalla singola azienda che eroga il premio di risultato.

L’Agenzia Entrate, in particolare, chiarisce che “anche se il contratto prevede l’erogazione di premi in base ad incrementi di risultato raggiunti a livello territoriale dalle aziende cui quel contratto territoriale si riferisce, tale condizione non è sufficiente ai fini dell’applicazione del beneficio fiscale, essendo comunque necessario che l’incremento di risultato sia verificabile nei confronti della singola azienda che eroga il premio. La singola azienda, pur essendo tenuta sulla base del contratto ad erogare il premio in quanto il settore ha raggiunto complessivamente un risultato incrementale positivo, non può riconoscere ai dipendenti l’agevolazione fiscale se il proprio risultato non sia incrementativo rispetto all’analogo parametro del periodo precedente.”.

In definitiva, per applicare la detassazione dovrete verificare l’incremento degli obiettivi su base aziendale e questo vale per tutte le aziende che si rifanno ad un contratto collettivo territoriale che prevede l’erogazione di un premio di risultato.

 

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

Nel caso di licenziamento collettivo, l’azienda deve pagare solo il ticket NASPI?

  La risposta è affermativa, l’azienda deve pagare solo il ticket NASPI tranne nel caso previsto dall’articolo 2, comma 35, della Legge 92/2012 (Riforma Fornero) che stabilisce che a decorrere

Se un lavoratore chiede un congedo per la formazione extra lavorativa come ci si deve comportare?

L’art. 5 della legge n. 53/2000 stabilisce che i lavoratori con almeno 5 anni di servizio presso lo stesso datore possono chiedere una sospensione non retribuita dal rapporto di lavoro

Vorrei sapere se è possibile effettuare le dimissioni attraverso un consulente del lavoro esterno alla mia azienda.

  Sono a conoscenza che è possibile effettuare le dimissioni tramite il consulente del lavoro. Vorrei sapere se devo andare presso il consulente dell’azienda oppure posso andare presso un qualsiasi

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento