fbpx

Flat Tax per le aziende già ad agosto

Flat Tax per le aziende già ad agosto

La Flat Tax potrebbe essere una realtà già nel mese di agosto di quest’anno, almeno per le aziende e le imprese con fatturati ridotti, con un interessamento anche per le partite Iva.

Ad annunciarlo è il viceministro all’Economia Massimo Garavaglia: “Penso si potrà fare subito qualcosa nel 2018, in particolare sul fronte delle imprese. Stiamo già lavorando – dice ancora – e mi auguro che da agosto potremo iniziare a fare qualcosa in tema di pace fiscale e allargare i modelli di sistemi forfettati per le imprese, con fatturati ridotti, anche con una flat tax per le partite Iva”.

Per quanto concerne la cosiddetta Pace fiscale, il viceministro sottolinea: “Non si tratta assolutamente di un condono fiscale”. Massimo Garavaglia poi aggiunge, “nelle bozze del Def che circolano c’è l’impegno” ad evitare l’aumento dell’Iva previsto dal prossimo gennaio e “quando arriverà il documento in Parlamento l’orientamento sarà questo”.  

Flat Tax

La flat tax, tradotto in modo letterale “tassa piatta”, ossia un sistema fiscale non progressivo, basato su un’unica aliquota fissa. L’intenzione del governo è quella di creare due aliquote fisse al 15 e al 20% per persone fisiche, partite IVA, imprese e famiglie che andrebbero a sostituire le cinque aliquote attuali, che vanno dal 23 al 43%. La riforma fiscale sarebbe inoltre caratterizzata da “un sistema di deduzioni per garantire la progressività dell’imposta, in armonia con i principi costituzionali”.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

COSTO LAVORO IN GERMANIA

Il costo del lavoro è cresciuto più del previsto in Germania nel secondo trimestre. In base ai dati diffusi da Destatis, infatti, è salito del 3,1% da aprile a giugno

SANITA’ E SERVIZI

È un messaggio sbagliato quello di puntare sul manifatturiero, perchè in futuro ci sarà una grande espansione per i lavori nei servizi avanzati, sia alle imprese che alle persone, e

COLDIRETTI SU DANNI AGRICOLTURA TERREMOTO

Ammontano a milioni di euro i danni per il settore agricolo provocati dal sisma di mercoledì notte in un’area in cui “è necessario far ripartire l’attività in un territorio a

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.