Se stipulo un contratto di somministrazione a tempo determinato, devo rispettare lo “stop and go” tra 2 contratti a termine indiretti?

image_pdfimage_print

No, il c.d. intervallo tra contratti a termine è obbligatorio esclusivamente se i due contratti sono stipulati a norma del decreto legislativo n. 368/2001. Nel caso specifico, i rapporti in somministrazione, se pur a termine, non soggiacciono a detto obbligo.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 460 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

In caso di distacco di un lavoratore ad un’altra azienda, c’è qualche adempimento burocratico nei confronti della pubblica amministrazione ?

Sì, il distaccante (il datore di lavoro) deve effettuare una comunicazione telematica di distacco al Centro per l’Impiego entro

Licenziamenti e applicabilità art. 18 L. 300/70 (tutela reale): Come si calcolano le dimensioni aziendali?

Indicazioni in materia di dimensioni aziendali con riferimento alla materia dei licenziamenti individuali sono state fornite dal Ministero del Lavoro con la Circolare n.3 del 16 gennaio 2013 la quale

Lavoro accessorio: per la comunicazione anticipata, posso prevedere più lavoratori e più prestazioni giornaliere?

  In considerazione del fatto che l’Ispettorato nazionale del lavoro, con la circolare n. 1/2016, non ha evidenziato ciò, ritengo che sia il caso di effettuare una comunicazione per ogni lavoratore e per

1 Commento

  1. Stefano
    gennaio 14, 23:55 Reply

    Salve,io sono 6 anni che mi fanno il contratto a 280 giornate lavorative,tempo pieno operaio specializzato agricoltura….volevo sapere visto che nn si puo chiamare stagionale visto che si lavora quasi tutto l’anno se ce la pausa dei famosi venti giorni tra un contratto e l’altro,e poi ci fanno firmare una carta interna che se si supera le 180 giornate nn si puo fare rivalsa etc sul contratto….nn credo sia regolare…in teoria a queste condizioni dovrei essere assunto fisso no?grazie

Lascia un commento