Per un lavoratore da assumere, posso decidere io il periodo di prova da fargli fare?

Per un lavoratore da assumere, posso decidere io il periodo di prova da fargli fare?
image_pdfimage_print

La durata del periodo di prova è stabilita dal contratto collettivo, applicato dall’azienda, ed è rapportata alle mansioni svolte dal lavoratore. In tale periodo entrambe le parti sono libere di recedere dal rapporto di lavoro.

L’applicazione della disposizione contrattuale, relativa al periodo di prova, deve essere indicata nel contratto individuale, pena l’evidenza circa la non possibilità di fruirne. Infatti, in caso mancata indicazione scritta, viene dato atto che il rapporto di lavoro ne è privo.

Detto ciò, la rimodulazione della durata del periodo di prova può essere effettuata riducendone la portata ma non ampliandone il periodo contrattualmente previsto.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 495 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Con l’approssimarsi del 1° gennaio 2016, vorrei verificare le tipologie di lavoro alternative al contratto a progetto. E’ possibile far prendere la partita iva a questi soggetti ?

Di massima, è possibile l’utilizzo di un collaboratore con partita IVA. La cosa che, comunque, deve essere verificata è l’attività in concreto che il collaboratore andrà a svolgere per l’azienda

In azienda abbiamo internalizzato le paghe. Esiste l’obbligo di comunicare all’Ispettorato chi tiene i libri obbligatori in materia di lavoro?

Rappresento una azienda. Da qualche giorno abbiamo internalizzato le paghe, disdettando il consulente del lavoro. So che esiste una normativa che prevede l’obbligo di comunicare all’Ispettorato chi tiene i libri

Qual è la differenza tra magazzino/deposito dove il personale può recarsi e unità produttiva dichiarata come tale?

Un recente messaggio dell’INPS (n. 1444 del 31 marzo 2017) chiarisce la differenza, ai fini CIGO e della CIGS, tra unità produttiva ed unità operativa Unità operativa: il luogo dove

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento