È possibile frazionare il godimento di ore malattia del bambino con quelle di allattamento nei contratti full time?

È possibile frazionare il godimento di ore malattia del bambino con quelle di allattamento nei contratti full time?

I “Congedi per la malattia del figlio” vanno intesi come giorni di astensione dal lavoro per i “periodi corrispondenti alle malattie di ciascun figlio” (articolo 47 del D.L.vo 151/2001). Non è disciplinato l’utilizzo ad ore di tale congedi, anche perché la malattia è di per se continuativa durante il periodo e come tale sarà il relativo certificato medico che sarà predisposto telematicamente dal pediatra, ai sensi del comma 3, del medesimo articolo 47.

In considerazione di questa specifica, ritengo che non sia possibile cumulare le c.d. ore di allattamento (previste dall’art. 39 del D.L.vo 151/2001), con il congedo per malattia figlio, per il quale la lavoratrice ha la possibilità, nei limiti di quanto prevede l’articolo 47, di astenersi dal lavoro per l’intera giornata.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 508 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

L’azienda presso la quale lavoro applica il CCNL che non disciplina l’apprendistato professionalizzante, così come modificato dal TU 167/2011; posso comunque assumere un apprendista con le vecchie regole ?

L’interpello n. 4/2013 del Ministero del Lavoro stabilisce che nel caso in cui il datore di lavoro applichi un contratto collettivo che non abbia disciplinato l’ apprendistato professionalizzante, è possibile

Ho letto di un interpello del ministero del lavoro che  permette di riassumere a tempo indeterminato con lo sgravio contributivo, un dipendente che è andato in pensione a settembre dell’anno scorso. Conferma ?

  L’interpello a cui Lei si riferisce è il numero 4 del 20 gennaio 2016. La cosa è fattibile esclusivamente se l’assunzione verrà effettuata dopo almeno 6 mesi ed un

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento