fbpx

È possibile frazionare il godimento di ore malattia del bambino con quelle di allattamento nei contratti full time?

È possibile frazionare il godimento di ore malattia del bambino con quelle di allattamento nei contratti full time?

I “Congedi per la malattia del figlio” vanno intesi come giorni di astensione dal lavoro per i “periodi corrispondenti alle malattie di ciascun figlio” (articolo 47 del D.L.vo 151/2001). Non è disciplinato l’utilizzo ad ore di tale congedi, anche perché la malattia è di per se continuativa durante il periodo e come tale sarà il relativo certificato medico che sarà predisposto telematicamente dal pediatra, ai sensi del comma 3, del medesimo articolo 47.

In considerazione di questa specifica, ritengo che non sia possibile cumulare le c.d. ore di allattamento (previste dall’art. 39 del D.L.vo 151/2001), con il congedo per malattia figlio, per il quale la lavoratrice ha la possibilità, nei limiti di quanto prevede l’articolo 47, di astenersi dal lavoro per l’intera giornata.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 647 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Quante ore di assenza massime sono retribuite per un lavoratore che è anche assessore di un Comune?

Ore massime di assenza retribuite. La normativa di riferimento (decreto legislativo 267/2000) stabilisce che i componenti delle giunte comunali hanno diritto di assentarsi dal servizio, con permessi retribuiti, per partecipare

Oltre che personalmente, a chi posso rivolgermi per presentare le dimissioni on-line?

  Le dimissioni on-line posso essere presentate personalmente – previa registrazione sul sito cliclavoro.gov.it – ovvero rivolgendosi ad uno di questi soggetti abilitati: patronato, sindacato, Direzione territoriale del lavoro, consulente

È valida una conciliazione avvenuta dinanzi alla Commissione di Certificazione per quanto riguarda le rinunce e transazioni previste dall’articolo 2113, quarto comma?

Sì, la Legge 183/2010 prevede, all’articolo 31, la possibilità di istituire, da parte delle Commissioni di Certificazione, camere arbitrali (ai sensi dell’art. 412 cpc, 3° e 4° comma) e commissioni

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento