Industria: aumento del fatturato dello 0,5%

Industria: aumento del fatturato dello 0,5%
image_pdfimage_print

I dati Istat fanno registrare un aumento del fatturato dello 0,5% rispetto a gennaio, dopo la flessione del mese di febbraio (-2,9%). Dunque a febbraio 2018 torna a crescere il fatturato dell’industria, mentre calano ancora gli ordini.

In relazione allo stesso mese del 2017 c’è un aumento del 3,4% nei dati corretti per gli effetti di calendario (+3,5% nei dati grezzi). Gli ordini registrano, invece, un lieve decremento congiunturale (-0,6%), il secondo consecutivo dopo il -4,6% di gennaio, e un incremento tendenziale del 3,4% nei dati grezzi.

La tendenza del fatturato nel mese di febbraio è trainato da un incremento sul mercato interno (+0,8% sul mese e +3,8% su anno), mentre il mercato estero mostra una lieve calo sul mese (-0,1%) e una crescita del 3% rispetto a febbraio 2017. Per gli ordinativi, quelli interni calano dell’1,1% rispetto a gennaio, mentre per quelli esteri l’Istat stima un leggero aumento pari allo 0,1%.

Gli indici destagionalizzati del fatturato per raggruppamenti principali di industrie segnano il maggior incremento congiunturale per i beni strumentali (+3,2%), mentre i beni di consumo mostrano la flessione considerevole (-0,9%).

Per quanto concerne il fatturato l’incremento tendenziale più grande si registra nella metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (+9,2%), la maggiore diminuzione riguarda invece le industrie tessili e abbigliamento (-4,6%).

L’indice grezzo degli ordinativi registra un aumento tendenziale di 3,4 punti percentuali. Il trend maggiore si ha nella metallurgia e nella fabbricazione di prodotti in metallo (+10,8%); l’unico calo si osserva nella fabbricazione di mezzi di trasporto (-12,9%) su cui incide in particolare la cantieristica.

“Il fatturato dell’industria torna a crescere a febbraio, recuperando solo parzialmente la marcata flessione congiunturale del mese precedente e posizionandosi al livello di novembre 2017 in termini destagionalizzati”, è il commento dell’Istat. “La recente dinamica – continua l’istituto statistico – si colloca in un contesto di espansione iniziata nel secondo semestre del 2016. L’andamento rimane positivo anche in volume”.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

USA +217 MILA OCCUPATI

Il settore privato americano ha creato in novembre 217 mila nuovi posti di lavoro. Il dato è superiore alle attese degli analisti, che scommettevano su 190 mila posti.Ciò spingerà ulteriormente,

ISTAT: DATI PRODUZIONE INDUSTRIALE

A giugno cala la produzione industriale in Italia. L’indice destagionalizzato è diminuito dello 0,4% rispetto a maggio. Corretto per gli effetti di calendario, l’indice è diminuito in termini tendenziali dell’1,0%.

Le imprese al femminile crescono, nel 2017 10 mila in più

Le imprese al femminile crescono con un ritmo eccellente. Nel computo totale dell’anno 2017, sono quasi 10 mila in più quelle iscritte al Registro delle Camere di commercio rispetto all’anno

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento