Contratti a termine nel settore alimentare (E . Massi)

image_pdfimage_print

“Il settore alimentare delle imprese aderenti a Confindustria è stato sempre pronto a recepire le novità normative ed a ciò ha, da sempre, contribuito una attenzione sindacale innovativa ed aperta ai problemi.
Palese testimonianza di questo concetto è l’accordo sottoscritto il 7 novembre 2014 (in questo numero) con il quale è stato riscritto l’art. 18 del Ccnl, alla luce delle profonde novità introdotte in materia di contratti a termine dalla legge n. 78/2014.

Per ben comprendere il nuovo articolato si rende necessario un esame puntuale di quanto, oggi, è previsto in tale articolo che risulta modificato non soltanto sulla base delle previsioni contenute nella legge n. 78/2014, ma anche dell’accordo di settore del 10 ottobre 2013 (sottoscritto in occasione delle novità introdotte con la legge n. 99/2013 che portò, tra le altre cose, alla riduzione dello “stop and go” a cinque e dieci giorni) e di quello sulla stagionalità del 17 marzo 2008, attuativo del rinvio legislativo contenuto nei commi 4 bis e 4 ter, dell’art. 5 del D.Lgs. n. 368/2001. In quest’ultimo le parti riconoscevano, tra le altre cose, che il concetto di stagionalità, da sempre presente nel comparto alimentare, si era, nel tempo, significativamente spostato da un mero riferimento legato alla disponibilità di materie prime ad uno, di consumo, fortemente condizionato dalla domanda degli utenti.”

pdf-iconLeggi tutto l’articolo

Fonte: approfondimento di Eufranio Massi (estratto dal n. 47-48/2014 della rivista “Diritto & Pratica del Lavoro“)

Sull' autore

in collaborazione con dottrinalavoro.it
in collaborazione con dottrinalavoro.it 279 posts

www.dottrinalavoro.it è un sito privato di informazione sulle novità in materia di lavoro diretto dal dott. Eufranio Massi e curato dal dott. Roberto Camera.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Istat: disoccupazione in discesa, segnali positivi dai contratti stabili

La disoccupazione torna a calare nel mese di febbraio, passando da un dato percentuale dell’11,1% al 10,9%registrato nel mese precedente. Queste le rilevazioni effettuate dall’Istituto di statistica che evince una

Decreto Dignità e Somministrazione di lavoro, riflessioni del nostro esperto

A cura del Dott. Roberto Camera  “Dal Decreto dignità arriva la stretta su contratti di lavoro a tempo determinato e somministrazione di lavoro a termine. Durata massima e numero di

Garanzia Giovani – al via la “fase due” [Min. del lavoro]

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali informa che si è conclusa la fase di avvio della Garanzia Giovani , dedicata essenzialmente all’implementazione dell’infrastruttura tecnologica e delle procedure tecnico-amministrative. Nei prossimi

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento