Nel messaggio dell’Inps (1162/2018) si legge dell’incompatibilità della Naspi con un nuovo contratto intermittente. Mi può spiegare meglio?

Nel messaggio dell’Inps (1162/2018) si legge dell’incompatibilità della Naspi con un nuovo contratto intermittente. Mi può spiegare meglio?

Credo che il quesito si riferisca da un ex Lavoratore stagionale, ora in NASpI, riassunto dallo stesso datore di lavoro con contratto di lavoro intermittente. Queste le specifiche dell’Inps in merito:

  1. No al cumulo della NASpI con il reddito derivante da lavoro intermittente. Ciò in quanto per aversi cumulo, il nuovo datore di lavoro deve essere diverso dal datore di lavoro per il quale il lavoratore prestava la sua attività quando è cessato il rapporto di lavoro che ha dato diritto alla NASpI.
  2. Sì alla sospensione dall’erogazione della NASpI, in caso di successivo contratto intermittente è di durata pari o inferiore a 6 mesi:
    • per l’intero periodo di durata del rapporto, se il contratto intermittente prevede l’indennità di disponibilità;
    • per le giornate di effettiva prestazione lavorativa, se il contratto intermittente non prevede l’indennità di disponibilità.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 556 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

In caso di inserimento nel nostro CCAL di permessi retribuiti (non previsti nel CCNL), in che misura si può accedere alle agevolazioni del DM 12/9/2017 per la conciliazione vita-lavoro?

Prima di richiedere le agevolazioni previste dal DM 12 settembre 2017, l’azienda deve verificare i seguenti requisiti fondamentali previsti dalla norma: 1 –  Si deve trattare di Contratti aziendali sottoscritti

Un lavoratore può dimettersi per giusta causa ?

Si, il diritto al recesso immediato, senza obbligo di preavviso, si ha quando, in presenza di un grave inadempimento datoriale, non è possibile la prosecuzione, neanche provvisoria, del rapporto. Le dimissioni

Un’azienda straniera verrà presso la mia impresa per effettuare dei lavori. Come rispetto il trattamento retribuito minimo per i lavoratori in trasferta?

Una azienda polacca verrà presso la mia azienda, per una settimana, per effettuare dei lavori di montaggio di un macchinario acquistato da loro. So che devono rispettare un trattamento retribuito

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento