fbpx

Al tirocinante curriculare va obbligatoriamente corrisposto un rimborso per la prestazione lavorativa?

No, non è obbligatorio il pagamento di una indennità, in quanto quest’obbligo riguarda soltanto i tirocinanti non curriculari e qualora la Regione abbia recepito le Linee guida impartite dalla Conferenza Stato-Regioni.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 694 posts

Esperto di Diritto del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Un dipendente ha contratto il Covid in azienda. Aumenterà il tasso INAIL?

Sono preoccupato in quanto un lavoratore ha dichiarato di aver contratto il Covid in azienda. Cosa succede ora? mi aumenterà il tasso INAIL? La dichiarazione fornita dal lavoratore al medico,

Dopo 12 giorni di lavoro continuato si ha diritto a 2 giorni di riposo, è esatto?

Un nostro cliente, presso cui stiamo effettuando un lavoro in appalto (installazione), ci sta dicendo che il riposo compensativo va goduto entro i 14 giorni. In particolare, sottolineano che dopo

Una dipendente chiede di essere licenziata per ottenere la NASpI, la stessa lascia senza le dimissioni online per indurre il licenziamento. È possibile comunicare dimissioni per fatti concludenti, come da sentenza Cass. 12549/2003?

Più precisamente: Una lavoratrice, unica dipendente di un negozio, esprime la volontà di cessare il rapporto di lavoro per trasferirsi con la famiglia in un’altra Regione. Chiede al datore di

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento

Indirizzo E-mail già esistente.