I dirigenti, qualora assunti a tempo determinato, devono essere considerati nel limite massimo di contratti a termine dell’azienda ?

image_pdfimage_print

No, i dirigenti sono fuori dal computo massimo di contratti a termine , ciò in considerazione dell’art. 10, co.4 del D.L.vo n. 368/2001.

Sull' autore

Roberto Camera
Roberto Camera 451 posts

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Con l’abrogazione del decreto legislativo 368/2001 sui contratti a termine e l’introduzione del decreto legislativo 81/2015, è sparito l’articolo 2 sui contratti a termine nel settore del trasporto aereo ed i servizi aeroportuali ?

L’articolo 2 del decreto legislativo  368/2001 rimarrà in vigore sino al 31 dicembre 2016. Ciò è previsto dall’art. 55, comma 2, del nuovo decreto legislativo n. 81/2015.

È possibile trasformare un contratto intermittente in un part-time a T. Ind. usufruendo delle agevolazioni della legge n 205/17?

Una ditta ha in forza una dipendente con contratto intermittente a tempo indeterminato: il 01/06/2018 trasforma il contratto in part time a tempo indeterminato. La ditta può usufruire dell’agevolazione legge

Jobs Act: Ci sono problemi se stipulo un co-co-co con un soggetto per svolgere un corso a tutti dipendenti della durata di un anno?

Per quanto l’attività lavorativa del collaboratore (co-co-co) sia diversa rispetto a quella dell’azienda, per valutare la genuinità del contratto di collaborazione, tenga presente questi presupposti da evitare: Prestazione di lavoro

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento