Cassazione, responsabilità del solo utilizzatore in caso di infortunio del lavoratore somministrato – Sentenza n. 42309/2014

Disponibile la recente Sentenza della Corte di Cassazione n. 42309 del 17 ottobre u.s., con la quale la Suprema Corte afferma il principio, sinora consolidato, secondo cui, coerentemente con il dettato normativo (art. 23 comma 5, del D. Lgs. n. 276/2003), l’agenzia per il lavoro è esonerata dalla responsabilità civile e penale in caso di infortunio del lavoratore somministrato qualora trasferisca all’utilizzatore, nel contratto commerciale, tutti gli obblighi prevenzionistici in materia di salute e sicurezza sul lavoro gravanti sul datore di lavoro.

La Corte, applicando tale principio, ha annullato con rinvio una pronuncia della Corte d’Appello di Milano, che aveva condannato, civilmente e penalmente, i responsabili di un’agenzia per il lavoro e quelli dell’impresa utilizzatrice per un infortunio occorso a un lavoratore somministrato.

La Cassazione in particolare sancisce che “il giudice del rinvio non dovrà trascurare l’assunto difensivo secondo il quale con una clausola contrattuale erano stati trasferiti all’utilizzatore tutti gli obblighi prevenzionistici gravanti sul datore di lavoro”.

A seguire la sentenza  n. 42309 del 17 ottobre :

Visualizza Sentenza  n. 42309 del 17 ottobre u.s a schermo intero |

Visualizza Sentenza  n. 42309 del 17 ottobre u.s a schermo intero |

Fonte: assolavoro

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1257 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Agenzie per il lavoro comunitarie operanti in Italia, obbligo di iscrizione all’Albo e di stipulare la garanzia fidejussoria [interpello Min. del Lavoro]

Il Ministero del Lavoro pubblica la Risposta ad Interpello n. 31/2014 nell’ambito della quale specifica che le Agenzie per il lavoro comunitarie, in possesso di provvedimento autorizzatorio di altro Stato dell’Unione Europea,

Somministrazione transnazionale di lavoro: sanzioni per chi non rispetta le norme [Min. Lavoro]

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, è dovuto intervenire, con circolare n. 14 del 09/04/2015, in merito alle iniziative di agenzie di somministrazione di altri Stati membri dell’Unione

Cassazione, applicabilità al lavoro in somministrazione dei limiti alla indennità omnicomprensiva ex. art. 32 del Collegato Lavoro 2010 – Sentenza n. 21001/2014

Pubblichiamo la sentenza 6 ottobre 2014, n. 21001 della Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, nell’ambito della quale, ancora una volta, la Suprema Corte specifica che “L’indennità prevista dall’art. 32 legge n. 183/10 trova

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento