Quali sanzioni sono previste in caso di inadempienza all’ obbligo formativo ?

image_pdfimage_print

Il mancato assolvimento dell’ obbligo formativo , tale da pregiudicare le finalità dell’istituto e di cui sia esclusivamente responsabile il datore di lavoro, comporta il pagamento del doppio della differenza tra la contribuzione agevolata e quella ordinariamente dovuta per il livello di inquadramento contrattuale che sarebbe stato raggiunto del lavoratore al termine del periodo di apprendistato.

L’inadempienza inoltre preclude la possibilità di proseguire il rapporto di apprendistato del quale deve ritenersi ormai intervenuta la conversione in un ordinario rapporto di lavoro a tempo indeterminato. Prima di procedere al disconoscimento però il personale ispettivo dovrà consentire al datore di lavoro di rimediare entro un “congruo termine” ovvero di consentire il “recupero” del debito formativo.

A cura di: Berardino Bottari (consulente del lavoro )

 

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

Posso detassare il premio risultato che non raggiunge i requisiti per la detassazione del 10%, qualora lo converta in welfare?

L’Agenzia delle Entrate, nella sua circolare n. 28/2016 (pagina 19 e 20), stabilisce che le agevolazioni previste dai commi 182 e ss. della legge 208/2015, al welfare sono applicabili esclusivamente

Tra assunzioni a tempo determinato e somministrazione esistono sostanziali differenze in termini giuridici?

Per rispondere compiutamente al suo quesito bisogna analizzare non solo la disposizione di legge ma anche la contrattazione collettiva che ha disciplinato le due tipologie contrattuali. Le differenze possono essere

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento