Il welfare proveniente da PDR, qualora non convertito entro la scadenza, può essere corrisposto in contanti?

lavoro intermittente

Sì. Qualora il lavoratore non abbia convertito in welfare il proprio premio di risultato alla scadenza prevista, questo dovrà essere erogato quale retribuzione e tassato al 10%, sempreché l’azienda abbia raggiunto gli incrementi di produttività, redditività, qualità, ecc., previsti dal contratto collettivo aziendale (v. Decreto 25 marzo 2016).

PrintFriendlyPrintEmailFacebookLinkedInTwitterWhatsAppCondividi
Roberto Camera

A cura di : Roberto Camera

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Potrebbero interessarti anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Resta aggiornato !
Iscriviti alla NEWSLETTER #jol

Il servizio è gratuito e prevede l’invio di:

Si prega di attendere ...

Terms (+)  |  Privacy (+) | Contatti (+)