Ho una attività che presenta brevi periodi di lavoro, non prevedibili, di picco. Ho, per quest’attività, una lavoratrice part-time. Come posso chiederle, in questi periodi, un aumento di ore di lavoro?

lavoro intermittente

Le modalità sono 2 e prevedono sempre la condivisione della lavoratrice:

  • Lavoro supplementare, con le maggiorazioni previste dal CCNL applicato;
  • Applicazione nell’accordo di part-time della clausola elastiche (art. 6 DLvo 81/2015) che può prevedere un “surplus” di ore, ovvero una ricollocazione delle ore già contrattualizzate nel part-time, da pagare sempre con le maggiorazioni previste dal CCNL applicato. Questa seconda modalità potrà essere prevista qualora disciplinata dalla contrattazione collettiva ovvero qualora l’accordo di part-time venga certificato da una Commissione di Certificazione (art. 75 e ss. del DLvo 276/2003).
PrintFriendlyPrintEmailFacebookLinkedInTwitterWhatsAppCondividi
Roberto Camera

A cura di : Roberto Camera

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Potrebbero interessarti anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Resta aggiornato !
Iscriviti alla NEWSLETTER #jol

Il servizio è gratuito e prevede l’invio di:

Si prega di attendere ...

Terms (+)  |  Privacy (+) | Contatti (+)