Licenziamento ed indennità risarcitoria [Cassazione]

image_pdfimage_print

cassazioneCon sentenza n. 331 del 10 gennaio 2018, la Corte di Cassazione ha affermato che in presenza di un licenziamento illegittimo determinato da una interdittiva prefettizia all’impresa per infiltrazioni mafiose, poi annullata dal giudice amministrativo, il lavoratore ha diritto alla tutela risarcitoria da 12 a 24 mensilità dell’ultima retribuzione globale di fatto, prevista dal comma 5, dell’articolo 18, della legge n. 300/1970.

Sull' autore

in collaborazione con dottrinalavoro.it
in collaborazione con dottrinalavoro.it 311 posts

www.dottrinalavoro.it è un sito privato di informazione sulle novità in materia di lavoro diretto dal dott. Eufranio Massi e curato dal dott. Roberto Camera.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

CIG in deroga anche negli studi professionali [Min. del Lavoro]

La Direzione Generale degli Ammortizzatori Sociali, del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, ha emanato la nota prot. 7518 del 25 marzo 2015, con la quale ordina di dare puntuale esecuzione

Cassazione su: decorrenza del licenziamento disciplinare / assenze ingiustificate dopo demansionamento o licenziamento

* decorrenza del licenziamento disciplinare Con sentenza n. 8180 del 22 aprile 2016, la Corte di Cassazione ha affermato che, seppur il lavoratore abbia presentato le proprie giustificazioni prima del

Ministero del Lavoro : intensificati i controlli per la verifica sulla genuinità delle tipologie contrattuali flessibili

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in un comunicato pubblicato sul proprio sito internet, ha infatti deciso di rafforzare, nell’ambito delle iniziative di contrasto al lavoro irregolare, i

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento