Garanzia Giovani – incentivo per l’assunzione di giovani dal 3 ottobre 2014

image_pdfimage_print

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato – sul proprio sito internet – il Decreto Direttoriale n.1709 dell’8 agosto 2014 relativamente al “Bonus occupazione” del “Programma Operativo nazionale per l’attuazione della iniziativa Europea per l’Occupazione dei Giovani”. L’incentivo riguarda le assunzioni effettuate dal 3 ottobre 2014 (giorno successivo a quello  di pubblicazione del Decreto) al 30 giugno 2017.

Per beneficiare dell’incentivo, il datore di lavoro deve assumere giovani registrati al “Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani”, con le seguenti caratteristiche:

– età compresa tra i 15 ed i 29 anni,
– obbligo scolastico assolto se minorenni,
– non occupati e nemmeno inseriti in un percorso di studio e di formazione.

L’incentivo è riconosciuto:

  • per le assunzioni con contratto a tempo indeterminato, anche in somministrazione,
  • tempo determinato, anche in somministrazione, la cui durata sia inizialmente previstaper un periodo pari o superiore a 6 mesi,
  • tempo determinato, anche in somministrazione, la cui durata sia inizialmente previstaper un periodo pari o superiore a 12 mesi,

L’incentivo è riconosciuto anche:

  • in caso di lavoro a tempo parziale con orario pari o superiore al 60% dell’orario normale di lavoro.
  • in caso di assunzione come socio lavoratore di cooperative, se assunto con contratto di lavoro subordinato.

L’incentivo è escluso per:

  • contratto di apprendistato,
  • lavoro domestico,
  • lavoro intermittente,
  • lavoro ripartito,
  • lavoro accessorio.

gg

L’incentivo è altresì escluso per l’assunzione a scopo di somministrazione qualora l’agenzia somministrate fruisca, in relazione alla medesima assunzione, di remunerazione per l’attività di intermediazione ed accompagnamento al lavoro, nell’ambito del “Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani” o altri programmi a finanziamento pubblico.

Importo dell’incentivo in funzione del tipo di assunzione e della classe di profilazione del giovane ammesso al programma

Classe di profilazione del giovane
BASSA MEDIA ALTA MOLTO ALTA
A) assunzione atempo determinato(anche in somministrazione) di durata superiore o uguale a 6 mesi 0 0 1.500€ 2.000€
B) assunzione atempo determinato(anche in somministrazione) di durata superiore o uguale a 12 mesi 0 0 3.000€ 4.000€
C) assunzione atempo indeterminato(anche in somministrazione) 1.500 € 3.000€ 4.500€ 6.000€

Modalità di fruizione:

  • per i contratti a tempo determinato di durata inferiore a 6 mesi l’incentivo è fruibile in 6 quote mensili di pari importo;
  • per i contratti a tempo determinato di durata pari i superiore a 12 mesi e per i contratti a tempo indeterminato, l’incentivo è fruibile in 12 quote mensili di pari importo.

Per i contratti a tempo indeterminato l’incentivo non è corrisposto in relazione agli eventuali periodi di disponibilità.

Ammissione all’incentivo

I datori di lavoro devono inoltrare istanza preliminare di ammissione all’Inps, esclusivamente in via telematica, indicando i dati relativi all’assunzione effettuata o che intendono effettuare, con le modalità definite dall’Inps che dovrà, entro 30 giorni dalla pubblicazione del Decreto in G.U., emanare una circolare in merito alle modalità di richiesta ed usufruizione del beneficio.

Fonte: Ministero del Lavoro

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1254 posts

Area IT : web content & social | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Articolo 18 applicabile anche ai licenziamenti nel pubblico impiego (cassazione)

Con sentenza n. 24157/2015 la Corte di Cassazione ha affermato che l’ articolo 18, come riformato dalla legge n. 92/2012, trova applicazione anche nei confronti del personale pubblico “contrattualizzato” con l’ovvia

INAIL: premi e contributi assistenziali – riduzione 2018

L’Inail ha emanato la circolare n. 13 del 2 marzo 2018, con la quale fornisce le necessarie istruzioni operative circa la riduzione dei premi e contributi per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie

INL: procedure di contestazione della violazione all’erogazione di retribuzione tramite mezzi tracciabili

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) ha emanato la nota prot. n. 4538 del 22 maggio 2018, con la quale fornisce un parere alla Guardia di Finanza in merito alle procedure di contestazione

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento