Ministero del Lavoro: dati ISTAT relativi a occupati e disoccupati di ottobre 2017

ministero-del-lavoroIl Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, ha rilasciato il seguente commento sui dati ISTAT relativi a occupati e disoccupati di ottobre 2017:

“Anche per il mese di ottobre, i dati rilasciati oggi dall’ISTAT evidenziano una sostanziale stabilità del mercato del lavoro sul piano congiunturale, confermando la tendenza di medio-lungo periodo di crescita dell’occupazione in tutte le classi di età, con riferimento sia al dato annuale che a quello relativo al febbraio 2014.

Le variazioni in miglioramento nel medio-lungo periodo continuano a riguardare anche gli inattivi, che diminuiscono di 183mila in un anno e di 857mila da febbraio 2014, e i disoccupati, che risultano -140mila in un anno e -391mila da febbraio 2014.

Diminuisce anche il tasso di disoccupazione giovanile, che si attesta al livello più basso da giugno 2012.

Con gli incentivi previsti nella legge di bilancio per il 2018 contiamo di rafforzare ulteriormente questa tendenza, in particolare sostenendo le assunzioni di giovani con contratti di lavoro stabile“.

Fonte: Ministero del Lavoro

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

INPS: Bonus asilo nido – variazione delle mensilità richieste nella domanda

L’INPS ha emanato il messaggio n. 3007 del 5 agosto 2019, con il quale comunica che sul “Portale del cittadino” sono disponibili nuove funzionalità che consentono agli utenti la variazione delle mensilità

Cookie: scade il 2 giugno il termine per mettersi in regola. Sanzioni fino a 120.000 euro

Nella giornata del 3 giugno 2015 entrerà in vigore in Italia la tanto discussa cookie law conformemente a quanto stabilito nel provvedimento del Garante per la protezione dei dati personali

Jobs Act : cosa cambia per davvero nella gestione del lavoro [presentazione]

ll disegno di legge sul lavoro detto “JOBS ACT” contiene 5 deleghe legislative, che intervengono su importanti e vasti ambiti del diritto del lavoro. Nella presentazione che segue analizziamo le principali

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento