Vorrei assumere nel 2018 un lavoratore francese che lavora in Messico, a quale tipo di agevolazione posso accedere?

RUBRICA ESPERTO

Per il caso prospettato si può applicare l’ agevolazione prevista dall’articolo 16, comma 1, D.lgs. n. 147 del 2015. Detta norma prevede la possibilità di una esenzione del 50% del reddito imponibile, applicabile per un massimo di 5 anni decorrenti dall’anno di trasferimento della residenza fiscale in Italia.

Questi i requisiti:

– non esser stati residenti in Italia nei 5 periodi di imposta precedenti l’impatrio;

– trasferire la residenza fiscale in Italia ai sensi dell’art. 2 del TUIR;

– impegnarsi a permanere in Italia per 2 anni;

– prestare l’attività lavorativa per almeno 183 giorni per ciascun anno di imposta;

– quale dipendente, lavorare presso un’impresa residente (anche in forza di distacco da impresa estera) e rivestire ruoli direttivi o essere in possesso di requisiti di elevata qualificazione o specializzazione.

PrintFriendlyPrintEmailWhatsAppOutlook.comGoogle GmailYahoo Mail
Roberto Camera

A cura di : Roberto Camera

Funzionario dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro e relatore in convegni sulla gestione del personale. Ha creato, ed attualmente cura, il sito internet http://www.dottrinalavoro.it in materia di lavoro. (*Le considerazioni sono frutto esclusivo del pensiero dell’autore e non hanno carattere in alcun modo impegnativo per l’Amministrazione di appartenenza)

Potrebbero interessarti anche:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top

Resta aggiornato !
Iscriviti alla NEWSLETTER #jol

Il servizio è gratuito e prevede l’invio di:

Si prega di attendere ...

Terms (+)  |  Privacy (+) | Contatti (+)