Percorso di avvio d’impresa in inclusione sociale [PAL Verona]

Percorso di avvio d’impresa in inclusione sociale [PAL Verona]

LAVORO & SOCIETA’ SCARL in collaborazione con SOL.CO. VERONA S.C.S.C. E GENERAZIONE VINCENTE S.P.A. AGENZIA PER IL LAVORO

promuove il progetto, presentato nell’ambito della DGR. 1269 dell’ 08 agosto 2017  approvato con Decreto n. 641 del 12 ottobre 2017 che prevede percorsi gratuiti di formazione, accompagnamento e tirocinio, dal titolo

Rete provinciale veronese per l’inclusione sociale 2017/18: percorsi integrati di reinserimento al lavoro di soggetti svantaggiati e in L. 68/99 attraverso Politiche attive–Az.1, supporto alla persona–Az.2, Avvio di Imprese–Az.3, Servizi alle imprese–Az.4, nell’ambito della DGR. 1269 del 08/08/2017

Obiettivi del percorso

Con il presente bando si promuove una selezione pubblica per l’individuazione di 8 destinatari da inserire in un percorso di Avvio di Impresa.
Obiettivi del percorso sono supportare la persona all’avvio e alla gestione d’impresa, verificare le competenze imprenditoriali, affiancare nella focalizzazione dell’idea imprenditoriale, verificare la fattibilità della stessa, accompagnare alla definizione del progetto di impresa, attraverso il supporto di consulenti ed esperti.

Durata e sede di svolgimento

L’attività sarà strutturata in forma di co-progettazione tra le figure esperte coinvolte ed i destinatari ed improntata ad una forte personalizzazione dell’intervento in base alle esigenze emerse dai partecipanti, del contesto di sviluppo e delle caratteristiche dell’impresa.

L’attività avrà una durata di 48 ore e si svolgerà presso le sedi di Sol.Co e Generazione Vincente.

 Struttura del percorso

Counselling di gruppo (16 ore): verranno affrontate le fasi dello sviluppo del progetto imprenditoriale, analizzate le competenze orientative all’avvio di impresa e rilevate le risorse e i vincoli personali. Verranno esaminati inoltre strumenti e modi per il raggiungimento degli obiettivi e verrà fornita una panoramica rispetto ai servizi territoriali e accesso alle informazioni.

Action Research individuale (32 ore): con focus specifici per ciascun destinatario su vocazione imprenditoriale, studio fattibilità, analisi profilo imprenditoriale, analisi di settore e contesto locale, piano marketing, struttura organizzativa e forma giuridica dell’impresa, aspetti economici/fiscali/finanziari.

 Indennità di partecipazione

La partecipazione è gratuita, per i soggetti che non percepiscono alcun sostegno al reddito[1], è prevista l’erogazione di:

  • un’indennità di partecipazione per tutte le altre tipologie di attività a cui prende parte il destinatario, il cui valore orario è pari a 3 euro ora/partecipante; tale indennità sarà pari a 6 euro ora/partecipante nel caso in cui il destinatario presenti un’attestazione ISEE <= 20.000 euro. Tale indennità sarà riconosciuta solo per le ore effettivamente svolte e solo se il destinatario avrà raggiunto la frequenza di almeno il 70% del monte ore previsto nella sua PPA (Proposta di politica attiva) escluso il tirocinio.

Destinatari

Il percorso è rivolto a persone residenti/domiciliati in Regione Veneto, preferibilmente in provincia di Verona e con i seguenti requisiti:

Persone disoccupate[2] (DID stipulata presso Centro per l’impiego) beneficiarie e non  di prestazioni di sostegno al reddito a qualsiasi titolo – ad esempio, ASPI, Mini ASPI, NASPI, ASDI […] – e che siano a rischio di esclusione sociale e povertà in quanto:

  • Soggetti svantaggiati ai sensi dell’art. 4 comma 1 legge 381/1991 e s.m.i.[3]
  • Disoccupati di lungo periodo[4] e, in particolare, lavoratori privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 24 mesi.
  • soggetti appartenenti a famiglie senza reddito e Isee ≤ 20.000 euro;
  • soggetti appartenenti a famiglie monoparentali con figli a carico o monoreddito con figli a carico e Isee ≤ 20.000 euro.

Modalità di adesione

Per partecipare alle selezioni è necessario recarsi al Centro per l’Impiego della provincia o presso i Servizi Sociali dei Comuni partner del progetto e compilare la seguente documentazione:

  • Manifestazione di interesse al progetto
  • Domanda di partecipazione FSE

A cui allegare:

  • Autodichiarazione
  • DID
  • Carta di identità
  • Codice fiscale
  • Permesso di soggiorno in corso di validità (per persone straniere)
  • Copia Isee in corso di validità

La documentazione dovrà essere inviata a Generazione Vincente Spa, alla mail pal.veneto@generazionevincente.it, che si occuperà di verificare i requisiti richiesti, contattare gli interessati e convocare le persone per la selezione.

 Modalità di selezione

Le selezioni si svolgeranno presso la sede di Generazione Vincente, Via Don Carlo Steeb 35 Verona il giorno 22/01/2018 dalle ore 9.00 fino a conclusione lavori. La domanda di ammissione dovrà pervenire entro 21/01/2018.

Il soggetto promotore si riserva la facoltà di riaprire i termini di presentazione qualora il processo di selezione non individuasse sufficienti soggetti destinatari.

Il processo di selezione prevede:

  • eventuale somministrazione di un test scritto per accertare la conoscenza della lingua italiana alle persone di nazionalità non italiana
  • a seguire, colloqui motivazionali individuali.

Come indica la Direttiva Regionale, in sede di valutazione, dovrà essere data priorità alle persone che hanno superato i 50 anni di età e i titolari di carta SIA.

Le persone selezionate si rimettono all’insindacabile giudizio della commissione di selezione la quale si impegnerà alla stesura delle graduatorie di ammissione ai percorsi previsti dal progetto che verranno pubblicate sul sito di Lavoro & Società e inoltrate alla Sezione Lavoro della Regione Veneto.

 

Per informazioni: Telefono 0458033982 dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18

[1] Per chi percepisce altro tipo di sostegno al reddito non è prevista alcuna indennità

[2] Si deve trattare di persone che abbiano almeno una disoccupazione di 6 mesi o che non abbiano un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi. Si fa riferimento a quei lavoratori svantaggiati che “negli ultimi 6 mesi non hanno prestato attività lavorativa riconducibile ad un rapporto di lavoro subordinato della durata di almeno 6 mesi ovvero coloro che negli ultimi 6 mesi hanno svolto attività lavorativa in forma autonoma o parasubordinata dalla quale derivi un reddito inferiore al reddito annuale minimo personale escluso da imposizione”.

[3] Per le persone svantaggiate di cui al comma 1 dell’art. 4 della Legge 381/91, la condizione di persona svantaggiata deve risultare da
documentazione proveniente dalla Pubblica Amministrazione, fatto salvo il diritto di riservatezza.

[4] Si tratta di una disoccupazione superiore ai 12 mesi.

Sull' autore

Potrebbe interessarti anche

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento