fbpx

L’AGCM inserisce Generazione Vincente nell’elenco delle imprese con Rating di Legalità

L’AGCM inserisce Generazione Vincente nell’elenco delle imprese con Rating di Legalità

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM), nella sua adunanza del 18 ottobre 2017, ha deliberato di inserire Generazione Vincente S.p.A. nell’Elenco delle imprese con Rating di legalità.
Il rating di legalità è un indicatore reputazionale d’impresa, un riconoscimento che certifica il rispetto della legalità e l’elevato grado di attenzione riposto nella corretta gestione del proprio business da parte delle imprese.

Le pubbliche amministrazioni, in sede di predisposizione dei provvedimenti di concessione di finanziamenti alle imprese, tengono conto del rating di legalità ad esse attribuito, prevedendo dei veri e propri sistemi di premialità per le imprese in possesso del rating: preferenza in graduatoria, attribuzione di punteggio aggiuntivo, riserva di quota delle risorse finanziarie allocate. Il sistema o i sistemi di premialità sono prescelti in considerazione della natura, dell’entità e della finalità del finanziamento, nonché dei destinatari e della procedura prevista per l’erogazione.
Le banche, inoltre, considerano il rating di legalità tra le variabili da utilizzare per la valutazione di accesso al credito dell’impresa, ne tengono conto nella determinazione delle condizioni economiche di erogazione, oltre che ai fini di una riduzione dei tempi per la concessione di finanziamenti.

Questo riconoscimento del nostro impegno nella promozione e nell’attuazione di principi di comportamento etico in ambito aziendale e del nostro agire da impresa sana ci inorgoglisce e ci conferma che la nostra strada è la giusta strada.

Generazione vincente S.p.A.

Sull' autore

Redazione web
Redazione web 1363 posts

Area comunicazione | #JoL Project - Generazione vincente S.p.A.

Vedi tutti i post di questo autore →

Potrebbe interessarti anche

Disoccupati, via all’assegno di ricollocazione

Gentiloni annuncia ad Avellino le prime 30mila lettere, parte l’assegno di ricollocazione: ” Estenderemo le tutele sul lavoro “ Da Avellino il Governo lancia l’assegno di ricollocazione. «Partono 30mila lettere, si

Agenzie per il Lavoro e Consulenti del Lavoro, cambia l’accesso alle informazioni sullo stato di disoccupazione

I Consulenti del Lavoro avranno diritto di accesso diretto alle informazioni sullo stato di disoccupazione di un soggetto. Si potrà consultare un Database nazionale integrato costruito sui dati relativi a

[Ebook] E.Massi: cosa è cambiato nei rapporti di lavoro con la legge di conversione del Decreto Dignità

Il D.L. 12 luglio 2018, n. 87, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 161 del 13 luglio 2018, è intervenuto, in maniera significativa, sulla disciplina dei contratti a tempo determinato, sulla

0 Commenti

Non ci sono commenti al momento!

Puoi essere il primo a commentare questo post!

Lascia un commento